31 lug 2013

AFFOGATI NEI DEBITI E SENZA SVILUPPO

Il triste destino, di Roccasecca e dei Roccaseccani, è segnato......La Città di San Tommaso è moribonda, è allo sfascio ....debiti solo  per pagare altri debiti.....quali debiti? ....naturalmente quelli dell' ex...ex...ex...Sindaco, Antonio Abbate, così dice il Sindaco Giorgio sul quotidiano L' Inchiesta di oggi.
da sinistra a destra -GIOVANNI GIORGIO / GIUSEPPE SACCO /ANTONIO ABBATE

Sacco, consigliere di minoranza, chiede dove siano finiti i soldi dei mutui e del perchè dell' ultimo  grosso indebitamento contratto con la Cassa DD e Prestiti di € 2.336.054,16 che verrà restituito in 29 anni ad un tasso del 3,302% con l'ultima rata prevista per il 31.05.2042.
Il Sindaco Giorgio risponde: Per il 70% a pagare i debiti contratti dal «suo Sindaco», «...un certo Antonio Abbate» è a lui che deve rivolgere la domanda.
Non per difendere Abbate, che lo sa fare benissimo da solo, e spero che chiarisca una volta per tutte, sta storiella metropolitana, ma quello  che mi preme ricordare al  Sindaco Giorgio che, con Abbate sono nati, con Abbate campavano, con Abbate  andavano a braccetto, con Abbate facevano memorabili campagne elettorali, (a cominciare dalla 1^ vincitori contro la Lista DC che aveva governato dal dopoguerra in poi e lasciato casse piene e bilanci positivi)  e con Abbate, da bravi yes-men,  facevano anche i debiti e pure progetti sfruttanti i soldi della UE e della Regione Lazio e del POR-FER, poco Cassa DD e PP. ....ma si aveva  e si vedeva una cittadina pulita, decorosa, civile e moderna.
Dal dopo Abbate, e sono abbondantemente trascorsi 15 anni e il «fil d' amour e d' affaire» si è spezzato,  sono rimasti al comando gli orfani, senza idee, senza appeal, senza progettualità, senza il carisma del genitore leader, e soprattutto,  senza la capacità amministrativa....e si vede....a fare debiti su debiti, anche loro, gli orfanelli di Abbate, e pure spesi male, come è successo, per un po' di strade, il cui rifacimento,  costato 800mila euro, sono nel mirino della Procura con il rinvio a giudizio dell' ex Responsabe ai LL.PP. e le ditte appaltatrici.
SINDACO GIORGIO, PERCHE' NON SI COSTITUISCE PARTE CIVILE NEL SUDDETTO PROCEDIMENTO PENALE VISTO IL DANNO ARRECATO ALLA COMUNITA' DI ROCCASECCA?

ILLUMINANTE RISPOSTA DEL SINDACO:

AD OGGI, NON ESISTE CONTRATTO CON LA DITTA AGGIUDICATARIA DELLA GARA DI APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, SAN GALLI  GIANCARLO SRL.

Tale illuminante risposta è stata notificata ai richiedenti, Rossini, Matassa, Forte, Chiappini, Chiappini, il 29 luglio u.s., dal Resp. della Polizia Locale, S.Ten Paolo Vicini..
La forzosa risposta del Sindaco, molto evasiva, poco convincente, poco rispettosa dei cittadini richiedenti, chiara dimostrazione, se casomai ce ne fosse bisogno, del solito  «modus operandi» ai limiti della legalità e della trasparenza e del bon ton,  dell' amministrazione Giorgio Bis.
La risposta ai Comitati ed all' Associazione, ad onor del vero, bisogna rimarcarlo, registra una evento storico di portata di peso,visto che il Sindaco non si era mai degnato di rispondere, neppure  ai quesiti, formulati ritualmente, dai consiglieri di opposizione.
Forse sarà stato  messo alle strette dal responsabile della Trasparenza, che sappiamo ora, essere il Segretario Comunale, non desideroso di  incorrere nel pericolo di  sanzioni amministrative della legge «TRASPARENZA» che detta pratiche  e standard ben precisi, per la cui inosservanza sono previste sanzioni fino a 51.545 euro.
Comunque, il Sindaco e lo staff di Palazzo Boncompagni hanno studiato bene la richiesta notizie ed atti ex DLgs n.33 del 14 marzo 2013, prodotta dai Rappresentanti dei Comitati BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER E «NO TARSU» e l' associazione «LA VOCE», visto che hanno  aspettato ben quasi trenta giorni (limite di legge) per partorire risposte insufficienti ed inconsistenti e soprattuto che non danno una speranza di ascolto e di risposta alla cittadinanza con l' applicazione urgente della Legge TRASPARENZA.
Sindaco, le sembra normale dare questa risposta:- Il Contratto relativo al «Servizio di raccolta differenziata «porta a porta», trasporto dei rifiuti solidi urbani e servizi complementari»è in esecuzione sotto le riserve di legge ed è in corso l' iter amministrativo per la stipula.....
Cosa sta a significare, «in esecuzione sotto le riserve di legge»? E quali sarebbero  e quanto tempo dicono che bisogna aspettare,  secondo Lei, Sig. Sindaco,  ed il suo staff,  visto e considerato che  la Gara di appalto si è conclusa con l' assegnazione alla Ditta San Galli Giancarlo in data 8 gennaio 2013 e siamo quasi ad agosto, quindi ben sette mesi e la ditta è operativa con il servizio di «porta a porta»  dal mese di marzo ?.
Lei Sindaco, parla di:  «contratto ancora in esecuzione ed  iter amministrativo in corso».
Aberrante veramente! , quando la legge parla di stipula di contratto entro 60 giorni dall' aggiudicazione e l' art. 12 del Capitolato speciale della gara di appalto recita : il contratto dovrà avvenire entro 7 giorni dalla data di comunicazione alla ditta Appaltatrice...... (art. 12 “Verifiche, Stipulazione Contratto e Inizio Servizio) solo se le carte della Ditta aggiudicatrice sono a posto.
Sindaco e la tracciabilità dei Rifiuti, ne vogliamo parlare ? Che fine fanno i rifiuti differenziati dalla casa dei cittadini di Roccasecca che si stanno prendendo la briga di differenziare, sopportare le puzze nelle case ?
Dove finiscono, dove si lavorano  e qual' è il guadagno della ditta che sta facendo la differenziata senza contratto ?..... Gli operatori ecologici dipendenti del Comune di Roccasecca, cosa stanno facendo ? quali servizi svolgono? sono utilizzati o sotto utilizzati ? (fanno, per caso, il servizio di pulizia delle strade che dovrebbe  competere alla Ditta San Galli Giancarlo, come era prescritto nel bando di gara). E i controlli chi li fa? Cap. 18 “Vigilanza – Controllo – Penalità.
La seconda risposta poi è vermente irricevibile......Gli atti amministrativi cui si è obbligati per legge  sono correttamente pubblicati  sull' albo pretorio online nei termini di legge .
Ma quando mai ? Non risulta a Noi sottoscrittori del presente documento, non risulta  ai consiglieri di opposizione, considerato le numerose lagnanze al riguardo, ai tanti attenti cittadini e neppure alla Bussola della Trasparenza del sito Web del Governo, Ministro per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione, che segnala 2 indicatori soddisfatti su 42
Trasparenza! ....solo Trasparenza  di TUTTI GLI ATTI AMMINISTRATIVI !

N.B.
Vogliamo ricordare agli Amministratori del Comune di Roccasecca che LA PRIMA SOLIDARIETA' E' IL RISPETTO DELLE REGOLE E DELLA LEGGE

LA RISPOSTA E' STATA DATA A :
Anna Maria Rossini-Bernardo Forte-Annamaria Matassa -Danilo Chiappini-Rita Chiappini-
RISPOSTA DEL SINDACO

30 lug 2013

LAVORI PUBBLICI TAROCCATI IN QUEL DI ROCCASECCA

Rinviati a giudizio dalla Procura di Cassino, l' ex Tecnico Comunale ai Lavori Pubblici ed altre 4 persone,  per un appalto di circa 800mila euro inerenti i lavori stradali durante la campagna elettorale del maggio 2011
Rifacimento strade

Il 15 luglio u.s. si è tenuto la prima udienza  di tale procedimento giudiziario, in seguito alle risultanze delle indagini della Guardia di Finanza di Cassino, che vede imputati-rinviati a giudizio l' ex Tecnico Comunale ai LL. PP.  e 4 responsabili della ditta appaltatrice, quindi, nessun amministratore e tan poco il Sindaco che pure delegato ai LL.PP.
Orbene, lasciando che la Magistratura faccia il suo corso, è auspico che faccia chiarezza al più presto  e condanni o assolva i 5 Rinviati a Giudizio.
Ma è fuor di dubbio, e questo è sotto gli occhi di tutti, che quei lavori pre-elettorali sono stati fatti male e come minimo sono stati stati soldi spesi male che hanno arrecato nocumento economico ai Cittadini-Contribuenti di Roccasecca.
Allora, i Cittadini di Roccasecca non sono  presunte vittime ? E visto che il  Sindaco non c' azzecca nulla ed è  il Capo-Vittima  di Roccasecca, perchè  non si è attivato per la  sua tutela e quella della Comunità?

PERCHE' IL SINDACO NON SI COSTITUISCE PARTE CIVILE NEL PROCESSO ?

Questa domanda è peregrina, poco opportuna o giusta ?

29 lug 2013

COMANDANTE A MEZZO SERVIZIO MA CON STIPENDIO INTERO

Alla ricezione del parere pro veritate dell' Avv. Salvatore di Pardo del 24 giugno 2013 prot. 5104, il Sindaco, dr Giovanni Giorgio, avrebbe dovuto REVOCARE, senza ulteriori indugi,  l' incarico al Comandante della Municipale di Roccasecca......ma non lo ha fatto, perche?  forse, in attesa della pezza sanatoria di sua Ecc.za il Sig. Prefetto Soldà e/o  dell' ok del dipartimenti della F.P.?

Chapeau all' avv. Di Pardo: Onestà (intellettuale), levatura (professionale), competenza ( della materia ),  anche se un tantinello partigiano, ma è comprensibilissimo, visto e considerato che il committente è il Sindaco di Roccasecca che a sua volta  deve giustificare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Funzione Pubblica -Ispettorato per la funzione Pubblica- la regolarità e legittimità degli atti adottati in relazione alla procedura di nomina, a tempo determinato, del responsabile del Settore di Polizia Locale.
Il papocchio di quella nomina è ormai acclarato e la relazione pro-veritate ne da ampia conferma.
Fatta salva tutta la disquisizione sull' art. 110 T.U. 18 agosto 2000 n. 267 e sui combinati disposti tra l' art. 57 c.p.p. e l' art. 5 L.65/86 ed altri articoli di legge richiamati, ma i tre punti salienti toccati dall' avv. Di Pardo,  da soli, dovevano far riflettere il Sindaco e REVOCARE, IMMANTINENTE, TALE NOMINA, nell' interesse della Comunità di Roccasecca  per non aggravarne  la situazione economico-finanziaria.
1) Il Sindaco, poteva assumere un resp. esterno  alla Municipale con il grado D1, ma doveva avere la capacità di bilancio.
Se gli Amministratori, lamentano sempre di essere in bolletta, di non avere soldi  neppure per mettere una lampadina alla pubblica illuminazione deficitaria, per pagare le spese minimali dei fornitori, tant'è che  ci si indebita con la  Cassa DD.PP. per coprirle.....Ergo...CAPACITA' DI BILANCIO NIET.
2) Il Sindaco poteva assumere con «intuitu paersonae» un SOGGETTO CON ALTE PROFESSIONALITA' ......Ma il chiamato, a quanto pare solo, laureato in Legge ...ergo NIET ALTA PROFESSIONALITA'.
3) Il Sindaco poteva assumere,  ma tenere presente l' art. 5 L.65/86, dove prevede, per completezza, tra le funzioni di cui è investito  il soggetto chiamato  a svolgere il servizio di Polizia Municipale, c' è  quella delle Funzioni ausiliarie di Pubblica Sicurezza, e che tali funzione viene  attribuita dal Prefetto, previa comunicazione del Sindaco....e, a quanto pare, il  Prefetto non ha attribuito tale qualifica al responabile nominato dal Sindaco ...Ergo NIET P.S.
La prova provata del «NIET P.S». è che le ordinanze di pubblica sicurezza di Roccasecca  vengono emesse e firmate dal Resp. Comando vigili UU.  S.Ten.
Paolo Vicini.
Ora i Cittadini-Contribuenti, si chiedono .....era proprio necessario Massacrarci di TARSU 2011 per parcellare pienamente un Responsabile-Comandante a mezzo Servizio? ...
Caro Sindaco di Roccasecca, dr Giovanni, Se il Suo nominato di fiducia,  non ha i requisiti di legge...se non ci sono soldi superflui in cassa .....se anche la relazione pro-veritate conforta, seppur parzialmente,....se a tutt' oggi, il Prefetto di Frosinone non ha attribuito la funzione di Ausiliario di Pubblica Sicurezza..cosa ti aspetti a REVOCARE e tagliare tale SPESA INUTILE E PERNICIOSA? .......
Aspetti, forse che ti venga imposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Funzione Pubblica -Ispettorato per la funzione Pubblica-? 

27 lug 2013

I DISABILI PRIGIONIERI ALLA CASA ATER SONO DUE: MARITO E MOGLIE

SINDACO GIORGIO E ASSESSORE MARCUCCILLI ....DIMETTETEVI! Non siete stati capaci di risolvere nel giro di 9 mesi e neppure negli ultimi 15 giorni il problema dell' ascensore rotto alla casa ATER di Via cappella dove mi è stato riferito che non UNO, ma DUE sono i disabili prigionieri: Marito e Moglie.


Dopo il clamore suscitato dalla notizia shock del disabile prigioniero alle Case Ater di Roccasecca, sul profilo di facebook di Anna Maria Rossini, che  sembrava  avesse toccato le corde giuste dell' Assessore e del Sindaco atte a metter loro la miccia sotto il deretano, oggi, invece,mi si è stretto il cuore, mi è stato riferito che è tutto come 15 giorni fa e addirittura che i DISABILI PRIGIONIERI IN QUELLA CASA ATER SONO DUE: MARITO E MOGLIE....ANZIANI E NECESSITANTI DI CURE ANCHE FISIOTERAPICHE.
Eppure, l' Assessore Marcuccilli, in chat,  mi aveva assicurato che il venerdì aveva  fissato un incontro a Frosinone con il funzionario ATER per risolvere e mi avrebbe fatto sapere .....ma a tutt' oggi non mi ha fatto sapere, seppur sollecitato stess mezzo, chat.
Eppure il Sindaco aveva lanciato lo «spottone» del secolo sul quotidiano L' Inchiesta : ce ne stiamo occupando da qualche giorno e questa mattina (quindici giorni fa) ) abbiamo spedito un fax  di sollecito all' ATER con minaccia che, qualora non provveda direttamente lo farà il Comune a proprie spese con azioni di rivalsa sull' ATER.
Nove mesi + quindici giorni e i poveri cristi a penare con questo caldo, poi!
Da Rumors Paesani e da qualche Amministratore, il problema grosso quanto una casa, sono alcune morosità che si sono registrate nel corso degli anni che comunque si dovrebbero risolvere a fine mese.
Una domanda: e se non si dovessero risolvere ?....stiamo parlando di inquilini di abitazioni popolari, mica di RICCHI? E se non trovano i soldi?
Il «problema-vergogna», indegno di una Comunità Civile non verrà risolto ?
La dignità umana,dei malati e dei familiari, offesa ed umiliata ......
VERGOGNA!

ORA IL CUSTODE NON PUO' FARE PIU' IL DESAPARECIDO

Incalzato dal Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», l' amministratore del Comune di Roccasecca, nominato custode delle 8 discariche abusive sequestrate dai Carabinieri, deve ottemperare al ruolo di vigilantes e deve prendere coscienza che esiste anche  la «culpa in vigilando».

Le 8 discariche abusive  sottoposte a sequestro penale dai Carabinieri  della Stazione di Roccasecca, coordinati dal maresciallo Donato Bottone, su disposizione del Capitano Francesco di Carlo e del Tenente Sebastiano Maielli  di Pontecorvo, per disposizione dell' A.G. nel mese di ottobre 2012 hanno perso,  forse per il maltempo dei giorni passati, le delimitazioni - segnaletica e cartellonistica- .
Il Vigilantes Amministratore non se ne è neppure accorto e la cosa è tornata utile ai delinquenti ed incivili cittadini, poco rispettosi dell' ambiente che hanno allargato l' area sequestrata, con incremento di rifiuti vari ed anche delle lastre di eternit.
Come non si è speso per niente per azioni di bonifica dell' Amministrazione Giorgio Bis,  in ottemperanza alla  normativa a tutela l' ambiente e la salute (Legge 152/2006 23 marzo 2001, Legge n°9323 marzo 200,  Legge n. 257 del 12 03.1992 e succ. modifiche ......), bonifiche  più volte sollecitate dal Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», anche con richiesta di Consiglio Comunale ad HOC da parte dei Consiglieri di Opposizione.
Inquieta e non poco simili comportamenti dell'  amministratore «desaparesido» che non vigila e non si attiva per la bonifica....
Allora, in attesa di bonifica, i Sigg.ri  Danilo Chiappini e Anna Maria Rossini, rispettivamente Presidente e Vice Presidente del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER- hanno sollecitato l' Amministratore Comunale-Custode a ripristinare o far ripristinare, urgentemente, la delimitazione delle 8 discariche   abusive sottoposte a sequestro penale a disposizione dell' A.G., con nastro segnaletico e cartellonistica, scomparse

Pagina uno (1)

Pagina due (2)

26 lug 2013

IL CAMPETTO PING PONG -apre e chiude-

Che strano sto Comune di Roccasecca! che strano sto albo Pretorio ! che strano sto Sindaco! 
Il campo di calcetto di Roccasecca Centro 

Foto : Dante Rea e Tommaso Marsella

Dopo una pressochè lunga vergognosa non pubblcità di atti amministrativi seri, ecco notificate oggi sull' albo pretorio online due ordinanze sindacali a distanza di un giorno l' una dall' altra, la n. 77 e la n.78
Con la n.77 del 25 luglio 2013 il Sindaco f.to Dott. Giovanni Giorgio chiude il campo polivalente di via Roma così recita l' ordinanza :

omissis..... Visto che si rende necessario provvedere alla eliminazione/mitigazione (?)  di talune criticità che sono state rilevate da componenti della Commissione Impianti Sportivi del CONI;
Viste le attribuzioni in materia di sicurezza e sanità pubblica dettate dal D. Lgs. 18.8.2000, n° 267 e s.m.i., artt. 50, co. 5 e 54, co. 4;
                                                          ORDINA
- La chiusura temporanea del campo polivalente di Roma per procedere alla eliminazione/mitigazione (?)  delle criticità rilevate;
- L’esecuzione di ogni apprestamento necessario alla messa in sicurezza dell’impianto sportivo teso alla eliminazione delle criticità da porsi in atto da parte del Settore 6° - LL. PP. - Manutenzioni;
E oggi 26 luglio, a distanza di un giorno ecco pubblicata l' ordinanza Sindacale n 78 f.to Sindaco dott. Giovanni Giorgio che REVOCA la n. 77 di ieri 25 luglio 2013 che così recita
...omissis ...Vista la comunicazione del Responsabile del Settore VI del 26 luglio 2013, prot. 6049 dalla quale si evince che sono state risolte le criticità rilevate componenti della Commissione Impianti Sportivi del CONI e comunicate dal Comando della locale Stazione Carabinieri
                                                      ORDINA
La revoca della propria precedente Ordinanza n° 77 del 25 luglio 2013 essendo state eliminate, rispetto al polivalente di Via Roma, le criticità rilevate componenti della Commissione Impianti  Sportivi del CONI e comunicate dal Comando della locale Stazione Carabinieri;

Poi c' è la pubblicazione di  un' altra misteriosa ordinanza, la n. 79 del 26 luglio di cui non si visualizza il dettaglio...forse l' approvazione del CONI e/o la Richiusura per altre motivazioni o altra storia di cui al Popolo di Roccasecca non è dato sapere? 

ecco il PING PONG  inerente il CAMPETTO DELLA PIAZZA LONGA-un giorno ...CHIUSURA...il giorno dopo APERTURA DEL  ....MA IL CONI HA DATO L' OK O NON SERVE?

VACANZE E DEGRADO

A Settembre ricomincia la scuola,  circa un mese e 1/2,  non tanto poi, e cosa aspetta l' assessore a farsi un giretto alla Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro e alla Scuola elementare dello Scalo ?
Scuola elementare dello Scalo
Scuola dell' Infanzia di Roccasecca Centro 

Degrado delle scuole a Roccasecca - FR -

Le foto del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER-»  danno solo una piccola idea del bisogno di decespugliare, manutentere i giochini, disinfestare e derattizzare,  l' esterno e l' interno.
Forse l' assessore, affancendato nella cura dell' estate della cultura, peraltro poco seguita, dimentica di progettare di mettere a punto, per tempo debito,  l' accoglienza ai bimbi in un luogo sano e salubre.
L' erba altissima non è un «bel vedere», sintomo patologico di scarsa cura del verde, ma quello che nasconde è ben peggiore del «bel vedere» , nidi di animaletti poco simpatici (topini, zanzare , zecche ecc.ecc) portatori di malattie anche serie.
Lo sfalcio continuo, per non creare criticità incresciose, è doveroso, come doverissima, la manutenzione ordinaria delle giostrine, fatte rimettere a punto dalla sottoscritta, tramite  un donatore anonimo ma ben conosciuto ed accredidato all' Amministrazione Giorgio bis, visto che non ha sollevato il benchè minimo  veto ostativo come quello al Consigliere Abbate per la ripulitura della Statua di San Tommaso a proprie spese.
All' assessore alla cultura ed alla scuola, un consiglio disinteressato: far pulire, per tempo,  i giardini delle Scuole Elementari di Roccasecca Scalo e  manutentere le giostrine, anche con l' aiutino privato conosciuto e se può e se vuole una buona parola al Sindaco per la pulizia della Statua di San Tommaso a costo zero.

25 lug 2013

VISITORS

NO ALIENI-   MA TOPOLINI  AI GIARDINETTI PUBBLICI-DELLA PIAZZA LONGA DI ROCCASECCA CENTRO 
Autore foto Nicola Severino  . VILLA COMUNALE DI ROCCASECCA

Dopo un  1° avvistamento alla Via Rampa, sabato scorso, 20 luglio 2013, una incursione di piccoli roditori, molto pericolosi per la salute, ha gettato nel panico e nello scompiglio i frequenatoricola «seròtini»  della Villa Comunale di Roccasecca Centro.
La proliferazione dei topi nei parchi  e nelle strade non e' altro che la punta dell' iceberg della questione del verde senza taglio dell' erba e della pulizia di Roccasecca, spazzamento non accorto, non accurato e a «salterello e simpatia». Sono anni che il decoro e la pulizia vengono  bistrattati e la disinfestazione e derattizzazione, forse costano troppo per le rosse casse comunali.
I soldi per gli avvocati difensori del Sindaco e  dell' Amministrazione, si trovano eccome !
Ed ecco cosa succede nel destinare i soldi agli Avvocati e non alla cura ed al decoro dell' ambiente :Erba non curata, panchine sfasciate e parchi giochi fuori uso in varie zone e incursioni di TOPI ALLA VILLA COMUNALE il cui
contatto con la  pelle delle persone potrebbe  trasmettere malattie infettive come la Peste o la Leptospirosi.
Ecco il racconto raccapricciante di una malcapitata Signora attaccata da un «Visitor-Topino»:
Sabato sera alle ore 23.30 un piccolo ratto finisce sulla mia gamba.....ero tranquillamente seduta sulla panchina della Villa a conversare con una mia amica, nonchè collega di lavoro.
Il contatto del ratto l' urlo realizzatore che si trattava proprio dell' animale roditore, in fuga paurosa tra i numerosi astanti, adolescenti, bimbi con attacchi di panico....le mamme urlanti....paura di malattie...caos completo.
La signora rattizzata si è dovuta recare alla guardia medica di Aquino che le ha prescritto disinfettazione completa ed antibiotico ed analisi.
Dopo aver disinfettato le gambe, le scarpe ed i vestiti, la malcapitata, ha dovuto comprare in farmacia bagnoschiuma antibatterico.
Dopo qualche giorno la suddetta Signora, avendo contattato telefonicamente, inutilmente (senza ottenere risposta), il Sindaco Giorgio, si è recata di persona al Palazzo Boncompagni-Sede Comunale- per conferire con il responsabile dei LL.PP.geom. Antonio Antonellis.

Queste le parole della Signora : dopo aver spiegato l' accaduto, il Sig.Antonellis ha detto che non si trattava di RATTO DI FOGNA MA DI UN TOPINO DI CAMPAGNA E CHE AVREBBE MANDATO LE GUARDIE.

Cose dell' altro mondo ! Manda le Guardie a fa che? a verificare e relazionare se i «visitors-topini» della Villa della Piazza Longa trattasi di  topi di fogna e/o topi di campagna.
Ora mi domando e vi domando, ma in che Paese viviamo? Caro Antonellis devi PROVVEDERE O FAR PROVVEDERE A PULIRE ,  DE-RATTEIZZARE E DISINFESTARE IL PAESE ALTRO CHE DISQUISIRE SULLA PATERNITA' DEI TOPI.  

24 lug 2013

MA QUESTI GOVERNANTI ITALIANI, CI SONO O CI FANNO?

 Decreto del Fare: In Commissione bilancio mettono il tetto di 300 mila euro ai manager salvati dal Governo Monti e in aula spunta un «non» che risalva gli «insaziabili» manager miliardari sul groppone degli Italiani

Mario Monti, un anno fa, aveva stabilito che i capi azienda delle società controllate dallo Stato non avrebbero potuto guadagnare più del primo presidente della Corte di Cassazione. In pratica un po' meno di 300 mila euro all'anno. La norma, però, faceva salvi stipendi milionari come quello incassato da Massimo Sarmi (1,5 milioni di euro) per guidare le Poste, o gli 800 mila e passa euro di Mauro Moretti amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato. Senza contare Anas, Rai, e tutte le altre controllate del Tesoro non quotate in Borsa.

Enrico Letta, con il suo Decreto del Fare, invece togliere questo schifo lo ha avallato ancora in vista dei rinnovi delle cariche dei suddetti SIGNORI MILIARDARI SUL GROPPONE DEGLI ITALIOTI.

In Commissione era stata inserita una norma per allargare anche a Poste, Ferrovie, Anas, etc. il tetto ai compensi. Il limite dei 300 mila euro, diceva l'emendamento presentato dal relatore, si applica anche alle "società che svolgono servizi di interesse generale, anche di rilevanza economica". Nel passaggio dalla Commissione all'aula, però,è comparso un "non". Il limite, si legge ora, si applica anche alle "società che non svolgono servizi di interesse generale, anche di rilevanza economica". In pratica è come se la frase non fosse stata aggiunta.

Vergogna delle vergogne questo salvataggio dei SUPER MANAGER con il «non» e, guarda caso,  alla vigilia delle assemblee di nomina dei «grandi abbuffatori di euro degli Italioti»:
Domani, 25 luglio  assemblea delle  Ferrovie  che dovrebbe confermare Mauro Moretti a al vertice della società che contnua a cuccarsi 800 mila euro;
I primi di agosto  vertici ANAS il cui  AD, Pietro Ciucci  intasca 750mila euro l’anno;
Tra qualche mese, invece, toccherà all' AD delle Poste, Massimo Sarmi, uomo da 1,5 milioni di euro.

I Governanti Italiani hanno proprio la faccia come il deretano quando  ci propinano
1)  TASSE E CONTROTASSE PER SALVARE L' ITALIA ......
2) TASSE E CONTROTASSE PER SALVARE I LAUTI  STIPENDI DEI SUPER MANAGER DELLE AZIENDE CONTROLLATE DALLO STATO (ANAS -POSTE-RAI ECC.)
3) TASSE E CONTROTASSE PER PAGARE LE LORO LAUTE PREBENDE DI SUPER CASTA;
4) TASSE E CONTROTASSE PER FINANZIARE I PARTITI .....

POVERA ITALIA! POVERI ITALIANI!

23 lug 2013

SOLIDARIETA' AI LAVORATORI DELL' IDEAL STANDARD

I lavoratori del Gruppo stanno attraversando un bruttissimo periodo di crisi con minaccia di chiusura dello stabilimento di Orcenico che metterebbe sul lastrico 450 famiglia e si teme per il futuro dello stabilimento di Roccasecca che metterebbe sul lastrico 300 famiglie affossando  l' economia del Paese 

Questa mattina manifestazione davanti ai cancelli dell' Ideal Standard di Roccasecca sono stati invitati TUTTI I POLITICI : SINDACI....On.li REGIONALI E NAZIONALI CIOCIARI...
Chi parteciperà ? la cosa è seria, maledettamente seria e si evitino le passerelle acchiappavoti.
Quante famiglie vivono, sopravvivono con quel posto di lavoro?
I lavoratori hanno sempre mostrato buon senso, anche con un contratto di solidarietà difensivo fin dal 2010, destinato a scadere il prossimo 31 dicembre 2013 e, stante la normativa vigente, non sarà prorogabile
Cari politici, partecipate pure, ma impegnatevi seriamente a difendere questi lavoratori, questi posti di lavoro con il quale ci campano circa 300 famiglie.
Pressate e chiedete al Ministro Zanonato tavoli delle trattative con partecipazione fattiva della proprietà Multinazionale......chiedere se Bain Capital (il fondo statunitense di private equity proprietario del Gruppo specializzato nella produzione di ceramica sanitaria, ndr) è interessato a discutere il piano industriale e a un confronto diretto con il governo italiano, o soltanto a dichiarazioni formali di fiducia nel management italiano che lasciano il tempo che trovano.

22 lug 2013

ECCO COME SI VINCONO I RICORSI AL TAR DEL LAZIO

A suon di mazzette ai Giudici .......  «bella robbbbbaaaaaa!»,questa è la Giustizia Italiana
Il giornale online «Il Fatto Quotidiano», riporta la notizia aberrante di come si comprano I GIUDICI DEL TAR DEL LAZIO  ......COME SI COMPRANO I GIUDIZI AL TAR DEL LAZIO ....CHI HA  SOLDI ....E PIU'  SOLDI SI HANNO PIU'  PIU' ALTA LA MAZZETTA PER  DECISIONE FAVOREVOLE IN CAMERA DI CONSIGLIO. VERGOGNA!!VERGOGNA DELLA GIUSTIZIA ITALIANA....

Dice il Fatto: Era un sistema collaudato quello del giudice del Tar del Lazio Franco Angelo Maria De Bernardi. Bastava bussare alla sua porta o a quella dello studio legale giusto per avere quella chance in più di vincere un ricorso amministrativo, battendo gli avversari dentro il segreto della camera di consiglio. Con prezzi che variavano a seconda del cliente: cinquantamila euro per una banca che aveva in ballo affari da milioni di euro, diecimila per un ammiraglio, alle prese con un ricorso personale.

Il sangue è arrivato alla testa, alla lettura di questa notizia, che avvalora e contestualizza  il concetto che la GIUSTIZIA ITALIANA E' MARCIA ed i Cittadini Onesti e laboriosi, con l' handicap della NULLATENZA, SONO DESTINATI ALLA SOCCOMBENZA.

Anche il  Comitato «NO TARSU» ha cercato GIUSTIZIA AL TAR DEL LAZIO, sentenza che sembrava scontata a proprio favore, visto e considerato le motivazioni: Vessatoria ed iniqua tassa sui Rifiuti Solidi Urbani anno 2011 (reiterata nel 2012) deliberata con aumenti Tariffari del 100%-200% -300%-400%-500%  dall' Amministrazione Comunale di Roccasecca capitanata dal Sindaco Giorgio Giovanni.
SOLO AUMENTI VERGOGNOSI ED INGIUSTIFICATI PER AVERE ROCCASECCA LURIDA.....SENZA SERVIZI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA .....DELIBERE PIENE E STRAPIENE DI COSI'  TANTI VIZI DI FORMA E DI SOSTANZA che una bacchettata all' Amministrazione era doverosa.
Ma IL TAR del Lazio-Sez. di Latina, nella FUMOSA SENTENZA, IN «CAMERA CARITATIS» non valuta bene le giuste rimostranze dei Ricorrenti Cittadini-Contribuenti  I PUNTI CARDINE NON LI TRATTA...LI SORVOLA.....e i «poveri-cittadini contribuenti» soccombenti alla FORZA DEL «POTENTE ENTE LOCALE».
Si può ancora credere nella Giustizia dei Tribunali italiani se anche in questi luoghi sacri, inviolabili ed intoccabili, vige il sistema delle «MAZZETTE»?
Ancora si ......IL Comitato «NO TARSU»  ha pronto il dossier con le sentenze vergognose del TAR del Lazio e della Commissione Tributaria di Frosinone ed in questi giorni è prossimo l' invio al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Ministro Cancellieri e ad altri Organismi Istituzionali di Controllo Giudiziario, per avere GIUSTIZIA.Qui trovi il post del FATTO QUOTIDIANO

TARES 2013 (EX TARSU) ...MISTERO ROCCASECCANO...

FORSE NON SI PAGA PERCHE' SONO AVANZATI I SOLDI DELLA TARSU ANNI 2011-2012 SENZA SERVIZIO E IL SERVIZIO DELLA SAN GALLI COSTA LA META' ?

Tutto sottotraccia: Piano Finanziario TARES 2013, Regolamento e Tariffe Tares 2013, bilancio di previsione 2013..... eppure al 31 luglio scade, da legge, la prima rata da pagare con mod.  F24

Tutti i Comuni d' Italia virtuosi si sono attrezzati in tempo a deliberare la Nuova Tassa (Piano Tares2013 ), il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, la cui prima rata  in scadenza il 31 luglio.
Si tratta di un acconto pari al 40% determinato sulla base della TARSU/Tia (la vecchia tariffa di igiene ambientale in vigore fino al 2012) per l’anno 2012.
La seconda rata, sempre per un importo del 40% in acconto rispetto alla TARSU/Tia, scadrà il 30 settembre.
E tutti i Comuni d' Italia virtuosi, hanno inviato gli avvisi di pagamento a casa dei contribuenti.
Tali avvisi di pagamento riportano l’intero importo delle due rate, cui sono allegati due modelli F24 entrambi pari al 40% con scadenza rispettivamente 31 luglio e 30 settembre.
Modelli da pagare presso gli sportelli bancari e postali; quindi,  non potranno essere utilizzate le forme di pagamento previste per la TARSU/TIA
Poi, a dicembre  a saldo del tributo, i contribuenti dovranno corrispondere il residuo 20% calcolato sulla base dei nuovi parametri stabiliti per la Tares.
La terza rata comprenderà il saldo e una maggiorazione pari allo 0,30 euro per metro quadrato il cui versamento andrà direttamente allo Stato.
Questo nei Comuni normali, amministrati da amministratori normali....ma Roccasecca non è un paese normale .....e gli Amministratori altro che Piano Tares 2013, altro che Regolamento Tares, altro che Tariffe Tares....cosa stanno combinando, non è dato sapere.
Forse aspettano qualche proroga TARES e nelle more rispolverano la TARSU? oppure 2013+2014 (NON Riscossione Tares)...visto che hanno incassato più del doppio dalla TARSU 2011-2012 (quasi 800mila per anno)   dell' attuale spesa alla San Galli  (circa quattrocento mila).
E' vero che i Comuni possono variare le scadenze, ma è altrettanto vero che uno straccio di delibera di tali variazioni la dovevano pur fare o no, visto che siamo arrivati al 22 luglio.
Comunque se si variano le date di scadenza, bisogna tener presente che deve essere pubblicata la Delibera almeno 30 giorni prima (della scadenza della rata) sul sito del comune.
Ma l' Amministrazione Giorgio Bis tassa e tartassa, non da Servizi o quando li da sono Servizi Minimali e Scadenti come quelli del Porta a Porta con la San Galli.....ma ha un INNATO TALENTO..... SI FA VALERE SUL POPOLINO CON LA FORZA DEL «POTERE» DERIVANTE DALLA DISPONIBILITA' DEI SOLDI ESTORTI CON LA TARSU 2011 E A SEGUIRE 2012......

20 lug 2013

I GLORIOSI AMMINISTRATORI DI ROCCASECCA

GIORGIO E I COMPAGNI DEL  PALAZZO BONCOMPAGNI, CONOSCONO BENE LE DINAMICHE DELL' INCULCARE NEL POPOLINO LE NOTIZIE FALSE E TENDENZIOSE, TENDENTI A DENIGRARE CHI SI OPPONE, CON FORZA E CORAGGIO ALLE LORO SCHIFEZZE AMMINISTRATIVE....IL BAR.....

Il povero cretino di turno, frequentatore di bar,  succube e bisognoso di leccare il «deretano»  all' amministrazione, viene ammaestrato a divulgare il «grande» pensiero dei «Potenti Amministratori».
Non solo, con abuso di potere encomiabile, hanno tartassato l' onesto Popolo Roccaseccano con l' ingiusto aumento delle Tariffe TARSU 2011 ed ora dai BAR arriva la calunnia al Comitato NOTARSU: SET STAT CAPAC D FA PAGA' LA «MUNNEZZA» .
Capito?  «PUBBLICO FLAGELLO A CHI SI E' TANTO BATTUTO PER L' EQUITA' FISCALE E LA GIUSTIZIA SOCIALE.
QUESTI SIGG.RI :Il Sindaco, Giovanni Giorgio, il vice Carmine Guerrino Torriero, e gli assessori ed i consiglieri di maggioranza, Laura Scappaticci, Alessandro Marcuccilli, Marsella Giuseppe, Claudio Rezza, Luca Parisi, Crescenzo Nota e Meta Franco hanno infierito con la TARSU 2011...
CARO POPOLINO, se cerchi i capri espiatori,  responsabili delle  DISGRAZIE TARSU,  , SONO  I VOSTRI «COMANDANTI», I VOSTRI PADRONI.
IL COMITATO HA DIFESO I VOSTRI INTERESSI E QUESTA E' IL RINGRAZIAMENTO: SET STAT CAPAC D FA PAGA' LA «MUNNEZZA» .
Chi la pensa così è solo un emerito cretino che non merita NULLA.
Cari Amministratori se il vostro sport preferito è, non lavorare per il «bene comune», ma la Calunnia, siete artisti mediatici da BAR.....Complimenti!

LA CALUNNIA E' UN VENTICELLO 
La calunnia è un venticello- un’auretta assai gentile- che insensibile sottile-leggermente dolcemente-incomincia a sussurrar.
Piano piano terra terra- sotto voce sibillando-va scorrendo, va ronzando.-nelle orecchie della gente-s’introduce destramente, -e le teste ed i cervelli-fa stordire e fa gonfiar.
Dalla bocca fuori uscendo-lo schiamazzo va crescendo:-prende forza a poco a poco,-scorre già di loco in loco,-sembra il tuono, la tempesta-che nel sen della foresta,-va fischiando, brontolando,-e ti fa d’orror gelar.
Alla fin trabocca, e scoppia,-si propaga si raddoppia e produce un’esplosione come un colpo di cannone,- un tremuoto, un temporale, un tumulto generale che fa l’aria rimbombar.
E il meschino calunniato avvilito, calpestato- sotto il pubblico flagello-per gran sorte va a crepar.

L' UTILE IDIOTA

Essere «postivamente buono», come il personaggio del Romanzo dello scrittore Russo  Fëdor Michajlovič Dostoevskij, L' Idiota, sembra non serva a Roccasecca ed ai Roccaseccani ed ancora di più «L' Utile Idiota»
I Soliti Utili Idioti
A Roccasecca, da tempo, qualche persona buona, ingenua, semplice e ricca d'animo si è presa la briga  di erigersi a paladina dei cittadini-contribuenti,avversando, in tutti i modi ed in tutte le maniere, l' inerta Amministrazione Giorgio Bis che tanto danno sta procurando alla Comunità, esprimendo spontamenamente i propri pensieri e le strategie.
E  subito, bisogna prendere coscienza, che tale personaggio verrà apostrofato e quindi cosiderato «Idiota», per il semplice fatto d'esser diverso...d'esser buono...d'esser privo di cattive azioni e mal pensieri verso il prossimo.
Solo un idiota non dubita del prossimo...solo un idiota parla dei fatti degli altri esprimendo spontaneamente i suoi pensieri...solo un idiota si lascerà abbindolare da personaggi privi di scrupoli che, con bugie gli sottrarrano i soldi indebitamente...Ebbene eccovi il principe, eccovi una persona buona nel mondo reale!
Tale personaggio roccaseccano ci  ricorda pure Giuseppe Garibaldi, il cosiddetto eroe dei due mondi, «utile idiota» nelle mani di Camillo Benso Conte di Cavour.
Garibaldi aveva una certa abilità strategica nel condurre le battaglie, che amava molto.
Ovunque vi fosse da menar le mani, Garibaldi si precipitava. Si arruolò nella flottiglia del Bey di Tunisi, poi ottenne il comando in seconda di un brigantino diretto a Rio De Janeiro, accettò di far guerra a favore dello Stato di Rio Grande do Sul contro il governo brasiliano, combattè a favore di Fructuoso Rivera contro il dittatore argentino J.M. De Rosas.
Chiamato a Montevideo, nel 1846, continuò a combattere, offrì la sua spada alla Repubblica Romana. Frattanto, nel 1849 morì la sua compagna Anita. Cominciò a navigare per l’America centrale e poi verso il Perù, la Cina e l’Australia. Non aveva pace, fino a quando, nel 1856, Cavour lo ingaggiò per conquistare il Sud; ma in effetti, si è trattato di una pura e semplice annessione forzata del Sud e dello Stato Pontificio alle brame di Camillo Benso conte di Cavour. Questi, spinto dalla massoneria britannica che voleva campo libero in Sicilia per le proprie attività imprenditor-armatoriali, pensò di arruolarlo per farne un utile strumento della propria strategia.
Se qualche personaggio poltico, o più di uno, si fossero  messi in testa di essere i Cavour Roccaseccani, hanno fatto male i conti, non si sono peritati di fare una semplice riflessione  che  il/la  Garibaldi di Roccaseccana e di tutt' altra pasta.
L' amore, l' ardore, il sacrificio da «utile idiota» ? NO...... BASTA ! 

18 lug 2013

EDUCARE

EDUCARE ALLA DEMOCRAZIA ED ALL' ELEVAZIONE DELLE COSCIENZE E' UN PERCORSO DIFFICILE, MA NON IMPOSSIBILE, IN QUEL DI ROCCASECCA.
Il Comitato «NO TARSU», il Comitato «BASTA ETERNIT FIBRA KILLER» e l' Associazione «LA VOCE», tra mille difficoltà, hanno iniziato un percorso sinergico, di azioni concordate, portabandiere della democrazia, della civiltà e dell' elevazione delle coscienze, per il «BENE COMUNE»
https://www.facebook.com/associazionelavoce1
Una serie di incontri stanno cimentando il loro rapporto e gettando il buon seme, per una Roccasecca migliore.
Si è partiti dal contestare, in tutti i modi legittimi,  la Tarsu 2011, chiaramente iniqua e vessatoria per le tariffe aumentate da un anno all' altro del 100%-200%-300%-400% e perfino in alcuni casi, del 500%, che tutt' oggi grida vendetta.
Affrontato numerosi processi .....ma nei processi si può vincere come si può perdere......importante sono le motivazioni.
Ci si è attivati, con risultato,  per la bonifica dell' ex Pulcinaia di Via Panniglia-Scolpeto e con l' individuare le innumeroveli discariche abusive, sequestrate dai Militi e a tutt' oggi, in attesa di un consiglio Comunale ad hoc per conoscere le intenzioni del Sindaco sulla protezione della salute dei Roccaseccani.....
Il sociale e le criticità del comparto con minacce di non far mangiare i bimbi di genitori che non pagano la mensa scolastica e culminanti con la vergogna del disabile, chiuso in casa ATER per nove mesi, per ascensore rotto.
Interventi sulla mancata TRASPARENZA degli atti Amministrativi.
E tant' altro ...non chiacchiere ma fatti.....doveroso metterci la faccia di cittadini liberi, coscienti dei propri diritti e dei propri doveri.
Siamo in pochi? siamo in tanti? qualsiasi sia il numero, il lavoro per Roccasecca ed i Roccaseccani è visibile e palpabile.
All' ultima riunione di martedì 16 luglio abbiamo avuto l' onore di ospitare i Consiglieri di opposizione Antonio Abbate e Giuseppe Sacco che hanno preso la parola e si sono messi a disposizione per prendere qualsiasi atto amministrativo  richiesto dai due Comitati e dall' Associazone «LA VOCE».
Gli altri due  Consiglieri, sebbene invitati, non hanno dato la loro presenza di sostegno a chi si sta adoperando, alla luce del sole e non nelle catacombe.
Anche la testata giornalistica Online " L' Asprano", con il direttore responsabile, Fernando Riccardi, ci ha onorato della presenza e di un intervento di supporto a continuare il buon lavoro iniziato, senza se e senza ma.e ci ha notiziato di un convegno prossimo, della testata giornalistica. SULLE GOLE DEL MELFA.    
Anna Maria Rossini, Danilo Chiappini e Rita Chiappini, come Presidenti padroni di casa, siamo rimasti soddisfatti della serata per gli interventi dei cittadini che stanno dimostrando interesse per il nostro lavoro, per il nostro impegno civico che continueremo, anche se si è in pochi, in tanti, o da soli.
A tutti i presenti diciamo grazie ed agli assenti di partecipare con consigli preziosi, sempre ben accetti, per migliorare.
Sminuire,  alla roccaseccana maniera nelle piazze e nei bar, il successo dell' evento e/o delle attività della TRIPLICE (NO TARSU-BASTA ETERNIT ELA VOCE) è da POVERI DI SPIRITO.....politicanti di bassa lega, incapaci portare avanti un bench' è minimo atto oppositivo alla Giunta Giorgio Bis.
Non si capisce per quale motivo lo facciano, se per PAURA di Giorgio e la sua combriccola, per affarucci personali o per un vecchio modo di fare politica sottobanco e denigrando chi ci mette la faccia.
LA TRIPLICE è formata da LIBERI E FORTI......SENZA PAURA DEL «POTERE» DEGLI AMMINISTRATORI IN CARICA.....

TESORIZZARE CIRCA 2 MILIONI E ROTTI DI EURO

Questa, la  somma indispensabile ed impignorabile, per il  II  semestre  2013,  da' solo una piccola  idea di quanto ci costa la macchina amministrativa, senza tener conto delle spese che andrebbero drasticamente tagliate (esempio: per l' anno 2011, alla voce spese per liti ed arbitraggi figurava la modica cifretta residuale di € 342.546,82 - avvocati, troppi ed inutili)

Roccasecca :cinta muraria del castello.Autore Foto Augusto Giammatteo



Da  Luglio / Dicembre 2013, si legge sull' albo pretorio on line, la Giunta Giorgio Bis, non al completo, visto che il Sindaco Giorgio e l' assessore Rezza erano assenti, ha deciso ex l'art.159, comma 2, del D.Lgs. n.267 del 18 agosto 2000, ove è stabilito, che non possono essere assoggettate ad esecuzione forzata le somme di competenza degli Enti locali destinate a:

1) pagamento delle retribuzioni al personale dipendente e dei conseguenti oneri previdenziali 595.954,50
2) Imposte e tasse, tra cui IRAP, IVA a debito, tasse automobilistiche, tributi 91.382,15
3) pagamento delle rate dei mutui scadenti nel semestre in corso 354.588,50
4) servizi locali indispensabili, ai sensi del D.M.28/5/93 1.156.487,70.


E se nel semestre in corso sono 2 milioni, per l' intero anno sono 4 milioni..giusto?
Il dato che salta all' occhio e che suscita interesse sono gli accantonamenti annuali per pagare i mutui......
SCADENZE RATE CAPITALE INTERESSI TOTALI
1 Mutui a rate annuali          7.000,00
2 Mutui a rate semestrali (CassaDDPP) Tot 709.177,00
3 Interessi preammortamento   0
TOTALE                     716.177,00.

Ora,  a questa spesa fissa annuale ed improcrastinabile, sul groppone dei Roccaseccani, i nostri illuminati amministratori, hanno aggiunto un nuovo debito, Mutuo fresco fresco con la Cassa DDPP., grazie al decreto salva Comuni in dissesto di più di 2 milioni estinguibili in trenta anni ...ad occhio e croce  un altro centinaio di migliaio  di euro (tra capitale ed interessi) da restituire alla Cassa DD.PP.ogni anno e per trent' anni.
Il Comune è in chiaro dissesto economico-finanziario, gli amministratori si indebitato per pagare altri debiti.....è un sano modo di gestire la «Cosa Pubblica»?
E se pagano solo i debiti e  tassano e tartassano (es. TARSU2011) senza dare servizi, Roccasecca  è destinata ad andare a «PUTTANE» SAPEVATELO !

17 lug 2013

FAMILISTICHE ASSUNZIONI COSILAM

Pare, che la nipote del Sindaco di Roccasecca, dr Giovanni Giorgio, abbia lavorato al Cosilam di Cassino  con contratto a tempo determinato (sei mesi), rinnovato in questi giorni, per altri sei mesi, dopodichè a tempo indeterminato sicuramente.
L' art. 1 della Costituzione recita : L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
Ma è  risaputo che la disoccupazione giovanile rappresenta l’emergenza più grave con un tasso che, per la media dei paesi europei nel 2012 ha raggiunto il 24%, mentre in Italia ha superato il 38%.
E i pochi fortunati che trovano una sistemazione provvisoria o definitiva, guarda caso, appartengono alle famiglie che contano.
Ormai è acclarato che in Italia trovano lavoro solo se si è  figli di.....parenti di......amici di......, altrimenti il lavoro te lo sogni.....Imperversano le cordate familistiche  della serie «tengo famiglia»
Le cordate familistiche e le raccomandazioni, le clientele,  funzionano sempre «alla grande», altro che meritocrazia !
I giovani di Roccasecca rientrano nel target nazionale del «salti chi puo».
A Roccasecca è partita la Raccolta Differenziata Porta a Porta, con la Ditta San Galli Giancarlo srl e chi è stato chiamato a lavorare? Tanti amici degli amministratori.
Tra i baciati dalla fortuna di un lavoro alla San Galli,  il Sig. Tanzi Vittorio che sarebbe, secondo i bene informati, il cugino carnale della moglie del Vice Sindaco, Prof. Carmine  Guerrino Torriero.
Detto Vice Sindaco è anche Revisore dei Conti del Cosilam di Cassino, dove la  nipote del Sindaco di Roccasecca, dr. Giovanni Giorgio, ha trovato una sistemazione sicura futura, da biologa,  dopo  sei mesi+sei mesi.
Questo mi è stato riferito, ma  io non ci credo alla cordata familistica, solo una mera coincidenza parentale....
E' appena il caso di rimarcare che l' Avv. Giuseppe Golini Petrarcone è  Sindaco di Cassino e Presidente del Cosilam, doppio incarico in palese violazione di una precisa norma di legge (il decreto legislativo n. 39 dell’8 aprile 2013).
Cosa hanno in comune il Sindaco di Roccasecca, il Vice Sindaco di Roccasecca e il Sindaco di Cassino ? TUTTI DI CENTRO SINISTRA CHE TUTTO POSSONO.......ANCHE AL COSILAM....

16 lug 2013

CARMEN, LA PICCOLA MARILYN MONROE CIOCIARA

Non attrice, Carmen Marsella, ma giovanissima  STAR  dei balli caraibici della scuderia Roberto Bianchi, grandissimo maestro di ballo e di vita.

Carmen Marsella
Prima di tutto un sentito sincero augurio di cuore di buon onomastico,  perchè oggi, 16 luglio la Chiesa festeggia la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Madonna del Carmine -equivalente spagnolo Carmen ), anche Patrona di Roccasecca.
Ti giungano questi auguri di elogio alla tua bellezza unica, all' arte del ballo che tu ben esprimi ed innalzi  con le movenze del corpo e la perfetta sincronicità,  per dirla con le parole  del tuo maestro Bianchi, da «animale da pista».
Sei stata protagonista, ti sei distinta con un bel IV posto, lo  scorso sabato a Rimini, come sei stata protagonista tempo fa a Biella (TO) prima sul podio, come prima sul podio alla Coppa Regionale del Lazio a Roma.
Hai solo sedici anni, una vita artistica che promette tante soddisfazioni, tanti trofei, tante coppe, dimostrazione della passione per il Ballo Caraibico e Latino Americano.
Sei l' orgoglio di mamma e papà cui darai tante soddisfazioni, ne sono sicura , perchè bravissima, intelligente, bella e brava figliola, ed anche al tuo maestro che nutre bellissime aspettative di gloria per te. 
Sei anche l'oroglio di Tutti noi Roccaseccani piccola Carmen 

NOVE MESI -DISABILE PRIGIONIERO NELLA CASA ATER-

E' bastato un post sul mio profilo di facebook per smuovere i dormienti Amministratori di Roccasecca, che ora vogliono farsi belli sulla risoluzione del «problema -vergogna», indegno di una Comunità Civile

Sono stata solo «l' ultima spiaggia» dei disperati familiari del Disabile relegato al terzo piano delle case ATER di Via Cappella  «agli arresti domiciliari» come un delinquente o peggio.  
Anna Maria scrivi qualcosa, rendi pubblico questo dramma che stiamo vivendo da nove mesi, sbattuti tra il Comune e l' ATER di Frosinone, con il gioco al «rimpallo» delle responsabilità, trovando un muro di gomma vergognoso.
Siamo disperati, non sappiamo più a chi Santo rivolgerci per risolvere questa situazione incresciosa  e miracolo di facebook dopo questo mio post di domenica u. .s.

Post di FACEBOOK---buongiorno amici carissimi .....Sono venuta a conoscenza di una VERGOGNA ROCCASECCANA.......UN DISABILE PRIGIONIERO IN CASA ATER PER ASCENSORE FUORI USO DA CIRCA NOVE MESI....ANDAVA AL CENTRO ANZIANI A TRASCORRERE QUALCHE ORETTA CON GLI AMICI E NON LO PUO' FARE PIU'....ANDAVA ALLA VILLA A SOCIALIZZARE E DA NOVE MESI NON LO PUO' FARE PIU' .....USCIVA PER UNA PASSEGGIATA A PRENDERE ARIA E NON LO FA DA NOVE MESI PERCHE' ASCENSORE DELL' ATER E' ROTTO E LUI ABITA AL TERZO PIANO .......I FAMILIARI MI HANNO RIFERITO CHE PIANGE E TRA LE LACRIME DICE: MORIRO' IN QUESTA CASA E NON RIVEDRO' PIU' LA PIAZZA LONGA MA IN che CAZZO DI PAESE VIVIAMO !?!? ORA L' ASSOCIAZIONE "LA VOCE" SI INTERESSERA' DEL CASO PER DARE VOCE AGLI UMILI ED INDIFESI CITTADINI DI ROCCASECCA.... 
Domenica stessa, mi contatta, in posta privata, l' assessore alle Politiche sociali, Alessandro  Marcuccilli per chiarire, senza polemica, sue parole, il vergognoso ritardo di nove mesi  della sistemazione dell' ascensore nella  suddetta  casa abitativa popolare di proprietà dell' ATER, aggiungendo che entro venerdì incontrerà i burocrati ATER per colloquio risolutore .
Anche i giornali locali hanno ripreso il mio post ed intervistato il Sindaco-medico, dr Giovanni Giorgio, che come al solito,fa l'  «Alice nel paese delle meraviglie»:  ce ne stiamo occupando da qualche giorno e questa mattina (ieri) abbiamo spedito un fax  di sollecito all' ATER con minaccia che, qualora non provveda direttamente lo farà il Comune a proprie spese con azioni di rivalsa sull' ATER.
Ma come mai, far passare nove mesi di prigionia al disabile con la Via Crucis ai parenti,  se c' era questa semplice soluzione? Di chi è la responsabilità?
Misteri Giorgiani, misteri   di un' Amministrazione senza progettualità e che viaggia a vista ........i problemi non si affrontano e non si risolvono (quando si possono risolvere) se non sollecitati da Privati, Associazioni, Giornali, Blog  e Social Network .....
In questo caso è stato il Social Network FaceBook ed Anna Maria Rossini ed, a seguire,  l' associazione «LA VOCE» che non ha perso tempo ad attivarsi con il Tribunale del Malato.
E come diceva il tormentone di una pubblicità di Giobbe Crovatta che da qualche paese africano invitava ad un piccolo gesto di solidarietà verso quei popoli affamati: «BASTA POCO CHE CE VO'».
Qui trovi la storia di Fabio Piacenza

14 lug 2013

SEMPRE E SOLO NOTIZIE FALSE E TENDENZIOSE

DA VERGOGNOSO SCARICABARILE....MA QUANTI FASCICOLI SUI LL.PP. SONO APERTI ALLA PROCURA DI CASSINO ? DITE LA VERITA'... Gli Amministratori di Roccasecca, a cominciare dal 1° Cittadino, intrasparenti e sempre non-responsabili  dei danni morali e materiali alla Comunità.


Lo sconcerto suscitato dalla chiusura del campetto di calcio della Piazza Longa, di recente inaugurazione con l' intitolazione al compianto ragazzo, Pier Francesco Munno, è stato grandissimo.
Tutti si chiedevano come mai.... ed una prima spiegazione addomesticata è stata data: nell' ultima partita ci sono stati disordini-scontri tra le squadre contendenti  ed i tifosi, scontri così accesi, da richiedere l' intervento dei Carabinieri che hanno sedato la rissa e stoppato la partita e, a detta dei Rumors della Piazza Longa, chiuso il campetto.
Campetto chiuso dai Carabinieri..... ma quando mai i carabinieri chiudono ? I Carabinieri sequestrano su ordine della Procura.
Ma, per i poveri ammucconi roccaseccani, una bugia grossa quanto una casa, forse un depistaggio per un traccheggio sanatorio, è oro colato della verità.
Chi aveva interesse a depistare «il fattaccio» della chiusura?
I non responsabili Amministratori, naturalmente,  forse paurosi di una rivolta popolare dei tanti fiduciosi e riconoscenti ragazzi illusi e disillusi e le cui vite messe a repentaglio a loro insaputa.
La verità che non sono stati i Carabinieri a chiudere il campetto della Piazza Longa intitolato a Pier Francesco Munno l' ha svelata il quotidiano locale online, «L' Asprano», oggi 14 luglio 2013 con un intervista al maresciallo Bottone che cosi ha risposto al giornalista :  "Essendo giunta richiesta di garantire l'ordine pubblico da parte di due associazioni che hanno in animo di organizzare tornei nei prossimi giorni-ha spiegato il maresciallo di Roccasecca - anche a seguito del parapiglia di domenica scorsa ed essendoci un fascicolo aperto in Procura sulla sicurezza e agibilità dell'impianto, mi sono limitato a scrivere al sindaco. Nella lettera ho sottolineato la presenza di questo fascicolo e della perizia di un tecnico del Coni che evidenzia tre criticità circa l'agibilità del campo.
Ho fatto semplicemente questo, come è mio dovere e mia competenza. Se avessi possibilità di chiudere una struttura, non farei di certo il maresciallo a Roccasecca".
Anche il Maresciallo Bottone ha scritto al Sindaco...e al campo è stato messo il lucchetto.....il campo chiuso per inagibilità da acclarare....allora perchè è stato inaugurato e aperto mettendo a rischio la vita dei tanti ragazzini?
Ma quanti fascicoli sui LL.PP di Roccasecca sono aperti alla Procura di Cassino? ....e quanti fascicoli sui LL.PP. aperti e chiusi alla Procura di Cassino? E se chiusi quali sono le motivazioni ? I CITTADINI DEVONO SAPERE O NO?
Qui trovi la verità secondo i Carabinieri

13 lug 2013

DUE MANIFESTI AFFISSI NELLA BACHECA COMUNALE: UNO VERDE E UNO GIALLO

Quello verde è la pubblicità dell' assessore all cultura e quello giallo è la pubblicità delle sentenze vergogna del TAR e della Commissione Tributaria di Frosinone del Comitato «NO TARSU»
I due manifesti COSI' UGUALI  MA  COSI' DIVERSI
Ambedue sono statati affissi dagli attacchini comunali  ed in ambedue, a parte il diverso colore,  non si evidenzia la stamperia committente......
Ma non sono i soli a non aver evidenziato dove sono stati stampati .....tutta Roccasecca è tappezzata da manifesti con similari omssioni, per giunta, affissi dentro e fuori gli spazi regolamentari.
Come mai  quel  Manifesto Giallo del Comitato "NO TARSU" ha suscitato tanto interesse nei Cittadini-Contribuenti e tanta ira del dipendente comunale di cui alla lettera aperta al Sindaco Giorgio
Perchè mai il solito dipendente comunale minaccia querele solo al «Comitato NO TARSU»,  per  abuso di « il ciclostile casereccio» ? E perchè non anche all' assessore alla cultura? e perchè non, ai tanti altri diffusori di pubblicità a vario titolo ?
Questa à una Piccola appendice alla lettera aperta al Sindaco Giovanni Giorgio, prot, n. 5698 del 12 luglio 2013 di cui si aspetta cortese risposta.Qui trovi la lettera aperta al Sindaco

12 lug 2013

LETTERA APERTA AL SINDACO DI ROCCASECCA



                                                                            Roccasecca lì 12 luglio 2013
                                                                       Egr. Sindaco
                                                                     dr. Giorgio Giovanni

                                                                     Comune di Roccasecca

lettera aperta 

Esimio Sindaco,

La sottoscritta cittadina di Roccasecca, Anna Maria Rossini, con profonda stima personale e rispetto per l' Istituzione Locale-Comune-, essendo venuta a conoscenza di fatti di una gravità indicibile, accaduti nella mattina di ieri, durante le ore lavorative  al Palazzo Comunale, insultanti e minacciosi  alla   mia persona, alla mia famiglia ed a tutta la comunità Roccaseccana, non può esimersi dal riportarli  alla sua cortese attenzione per doverosi ed opportuni interventi.
Premesso che, in quanto cittadina e membro di diversi Comitati Civici, primo tra tutti il Comitato «NO TARSU», sta portando avanti battaglie  civiche nel pieno rispetto della legalità e della democrazia, aventi come obiettivi: L' Equità Tributaria, La Giustizia Sociale e la TRASPARENZA ATTI AMMINISTRATIVI.
Premesso altresì che, durante le ore lavorative, i dipendenti comunali dovrebbero stare nelle proprie stanze a svolgere il proprio dovere, come da CNL e non navigare su internet, e/o  non riunirsi i salotti inciuciori  in qualche stanza o per i corridoi, a sbraitare e lanciare invettive e irose  minacce verso la sottoscritta.
Tanta doverosa premessa per informarLa che, ad assistere ai fatti non c' era solo una persona, ma diverse persone, dipendenti comunali e/o cittadini che, a tempo debito, se del caso, saranno chiamati a testimoniare su quanto riferitomi che offendono me in quanto persona,me in quanto componenete di un nucleo familiare e me quale cittadina di Roccasecca onesta e dai sani principi civici.
Mi è stato riferito che, ieri mattina, invece di lavorare,  il dipendente comunale che lei conosce bene in odore di querele, perchè a suo dire, sempre da Lei dissuaso, ha minacciato pubblicamente ed irosamente  di andare dai Carabinieri a querelare il Comitato «NO TARSU» e/o non si è capito bene Anna Maria Rossini, per i Manifesti «NO TARSU», peraltro affissi materialmente dal Comune di Roccasecca, ma secondo il soggetto iracondo, abusivi.
E' stato riferito inoltre, che il fumino dipendente, avrebbe minacciato di querela anche  il Resp. dell' Ufficio Ragioneria  per aver accettato e predisposto l' affissione  dei Manifesti  del Comitato «NO TARSU».
Nessuna contestazione di abusivismo mi è stata mossa,  quando li ho portati al Comune dove mi è stata richiesta la sola domandina per procedere all' affissione di 7 giorni negli appositi spazi che il Comune riserva alla pubblicità di Associazioni e/o Comitati, e nessun invito a sanare eventuali irregolarità, tant' è che sono stati affissi dagli attacchini comunali alla bacheca di Piazza Risorgimento dello Scalo ed ai due cubi di Via Roma-Centro.
Quei manifesti, per la trasparenza e la democrazia,  informavano la cittadinanza di sentenze ingiuste in merito alla TARSU 2011, anch' essa iniqua e vessatoria e su alcuni  atti amministrativi FUMOSI.
Nè alcun nome, nè alcun improperio, nè offese personali contro chicchessia si può rilevare dai manifesti e l' uscita irosa del suo dipendente, infangate la mia persona ed il Comitato di cui mi onoro di far parte, bandiera per la difesa dei diritti civili-tributari dei cittadini, è stata fuori tempo e fuori luogo.
Se il dipendente abbia messo in atto la minaccia di querela, non lo so, ma il solo fatto di aver minacciato, di aver chiesto agli astanti la mia situazione patrimoniale su cui rifarsi (ma de che?) è veramente vergognoso, indegno di un dipendente comunale.
Ma che, per caso, siamo in pieno regime dittatoriale anche dei dipendenti che invece di lavorare si sollazzano con internet, sbraitano per il Palazzo  chiedendo informazioni se il cittadino che pubblica il Manifesto per combattere battaglie di civiltà sia benestante o meno per spillare soldi?
Sig. Sindaco, è veramente inaudito quanto successo ieri al Comune durante, torno a ripetere, le ore di lavoro.
La invito pertanto  ad appurare bene i fatti ed a tenermi informata delle azioni  reali del dipendente comunale e su quali basi esse siano fondate, ed a prendere, se del caso, gli opportuni provvedimenti disciplinari.
Fiduciosa in un cortese e sollecito riscontro,

                                  La Cittadina di Roccasecca
                                  Anna Maria Rossini


n.b. lettera aperta inviata tramite e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: sindaco@comune.roccasecca.fr.it - ritornata indietro con il seguente messaggio :The message you sent to comune.roccasecca.fr.it/sindaco was rejected because it would exceed the quota for the mailbox.
The subject of the message follows:
Subject: lettera aperta al Sindaco
--------------------------------------------------------------------------------

e all' indirizzo
giovanni.giorgio.31@facebook.com

--------------------------------------------------------------
Lettera portata" brevi manu" al protocollo .....visto i potenti mezzi informatici a disposizione del Comune ...il protocollo è il n. 5698

11 lug 2013

GIORGIO BIS A TEMPO RECORD

Sistemata la buca di Via Cappella, non con i soliti tempi biblici delle tante altre buche delle strade groviera di Roccasecca, in lista d' attesa....miracolo della Madonna Santa Apollonia o perchè ivi abitano i «grandi» elettori del Sindaco Giorgio dalla prima casa all' utima ?!?!
Foto by Tommasino Marsella -  E' stata riparata la Buca di via Cappella 

Così dicono i soliti Rumors Roccaseccani, maliziosamente, ma non tanto, che nel contempo hanno decantato il lavoro tempestivo di tappamento della voragine di Via Cappella nei pressi della cappelletta di Santa Apollonia  che da il nome all' omonima  Via  che si interseca con Via Enrico Fermi,  sgarrupata da un bel po di tempo, i cui abitanti devono fare il «giro di peppe» quando escono da casa e quando vi fanno ritorno.
L' Amministrazione Giorgio Bis, con estrema sollecitudine, ha sistemato la strada affossata di Via Cappella e invece  senza sistemazione la voragine di Via Roma, per capirci, quella tra la casa comunale (Palazzo Boncompagni) e la scuola elementare e la frana che ha portato al blocco di Via Enrico Fermi con notevoli disagi e dispendio di benzina non solo per i residenti ma per tutti i Roccaseccani, visto che era la Via breve per raggiungere il Centro senza fare il «giro di peppe» ?
Comunque, almeno una buca è stata rattoppata, quella di Via Cappella...grazie.
Grazie agli amici-elettori di Giorgio Bis o per il buon senso di non isolare completamente il Centro?

COSCIENZA

Se una persona ha la coscienza pulita ...ti affronta...non ti evita 



e fino ad oggi non ho avuto nessun affronto, nè personale, nè come presidente del Comitato «NO TARSU»,  da questi «grandi uomini» che governano Roccasecca e da alcuni funzionari che caro costano alla collettività roccaseccana, che un giorno si e l' altro pure, esternano minacce con fare esagitato alle spalle e,  ad onor del vero, dicono i rumors, sempre frenate dal Sindaco Giorgio, forse consapevole che sarebbe una mossa sbagliata  e propenso al tatticismo dell' ignorare,  non dando importanza,  meglio il rodimento con  «mugugno inter loro».
Se hanno la coscienza pulita perchè non affrontano a viso aperto Anna Maria ?
Perchè non rispondono alle numerose istanze di TRASPARENZA DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI ONLINE? 
E' partita la Raccolta Differenziata Porta a Porta con la Ditta San Galli Giancarlo Srl ma il contratto esiste o non esiste ? Perchè il contratto non è stato pubblicato online come impone la legge ? 
«Tampinare»  l' Amministrazione con queste domande è lecito o da querela ? 
Pubblicizzare l' opacità, la FUMOSITA' degli Atti amministrativi è lecito o da querela? 
Lavorate nella TRASPARENZA, piuttosto !....non date solo una parvenza FUMOSA....Fatemi il piacere!..... La verità Vi fa male forse? ....
E, mentre prima si erano limitati a gettare fango, in anonimato,  sulla mia famiglia e sulla mia persona con la calunnia di  «Pazza» Qui trovi il post elogio alla pazzia(ricordate che ....Ci vuole coraggio per essere folli e ci vuole follia per provare a cambiare le cose...), ora arrivano  solo minacce subdole di querele da emissari popolari, per l' ultimo Manifesto del Comitato «NO TARSU».
LA TARSU 2011 AUMENTANTA STRATOSFERICAMENTE SENZA DARE SERVIZI .....GRIDA VENDETTA ......SAPPIATELO

10 lug 2013

IL BALLETTO DEI RICORSI AL TAR E CONTRORICORSI AL CONSIGLIO DI STATO e la "munnezza"di Roma alla SAF arriva sempre

Solo sperpero di Pubblico denaro e non c' è peggior sordo di chi non vuol sentire:  L' emergenza Rifiuti di Roma Capitale la deve risolvere la Ciociaria con il suo bel TMB SAF SpA a Colfelice ....almeno ci si guadagnasse qualcosa (es. meno TARSU), visto che si perde la salute.
A Roma ed alla Regione ci sono  i sinistrozzi Marino e Zingaretti ...ergo......TUTTO E' POSSIBILE PER LORO, FORSE....

Regnavano Polverini ed Alemanno e tutte le responsabilità di tutti «mali» della Regione Lazio e della Capitale Roma, compresa la «munnezza» da sverzare alla Ciociaria, venivano fatte pesare eccome......inefficienti urlavano i sinistrozzi locali!....incapaci! andate a casa ! state facendo diventare la Ciociaria «  pattumiera del Lazio»..la Discarica di Cerreto deve chiudere.
«No ai Rifiuti di Roma» dicevano gli striscioni dei Comitati ambientalisti sinistrosi, osannanti Nicola Zingaretti che prometteva di tutto e di più ....che Vi avrebbe provveduto, se eletto.
Ora regnano Zingaretti e Marino, i Comitati Ambientalisti Sinistrosi sono attovagliati al tavolo SAF a fare cosa?  se la «munnezza» di Roma arriva sempre alla SAF?
Dal famoso Decreto Clini per tamponare l' emergenza rifiuti di Roma, li  portava fuori Comune, anche alla SAF SpA, sono stati prodotti una infinità di Ricorsi e Controricorsi.....SOLO SPERPERO DI PUBBLICO DENARO.Barricate ambientaliste, ricorsi e controricorsi, balletti e sceneggiate della peggior risma per dare una parvenza di movimento politico sinistroso,  in difesa del TERRITORIO DI ROCCASECCA-COLFELICE-SAN GIOVANNI-PONTECORVO-ARCE ECC....
Ultimo balletto: Il Tar sospende il decreto Clini il 6 di luglio  ed oggi, 10 luglio,  il Consiglio di Stato sospende la decisione del TAR e dice  "Sì al trasferimento di rifiuti" alla SAF SpA di Colfelice.
A rivolgersi a Palazzo Spada sono stati il ministero dell'Ambiente Piddino  e il commissario all'emergenza, Goffredo Sottile. Il 30 luglio, data fissata per la camera di consiglio, ci sarà la decisione definitiva e  cos' recita il dispositivo “le delicate questioni sollevate con l'atto d'appello vanno esaminate al più presto nella sede collegiale, nel rispetto del principio del contraddittorio”.

07 lug 2013

IL TAR DEL LAZIO HA DETTO STOP ALLA «MUNNEZZA» DI ROMA

ALLA SAF SPA DI COLFELICE... NON CI SARA' PIU' IL VIA VAI DEI CAMION AMA, PUZZOLENTI DI PERCOLATO-ALTAMENTE INQUINANTI?
LOGO dell' AMA S.p.A. è il più grande operatore in Italia nella gestione integrata dei servizi ambientali. 
Tra corsi e ricorsi,  il decreto Clini, penalizzanti i Ciociari del quadrilatero della morte «Roccasecca-Colfelice-San Giovanni Incarico -Pontecorvo -» è stato dichiarato «fuorilegge» dal Tribunale Amministrativo del Lazio.
Insomma, l' ennesimo disastro degli incompetenti  Ministri Tecnici del Prof. Monti, sembra essere arginato.
Ora i Ciociari devono alzare la guardia, a parte gli inutili atti barricaderi degli pseudo Comitati Ambientalisti,  e non appecorarsi al volere politico sinistroso che si inventerà qualcosa di nuovo, per continuare a tenere lo «status quo» .
Sicuramente, ci sarà un bel ricorso al Consiglio di Stato, che darà una sospensiva almeno fino a ferragosto e pure oltre.... sicuramente Ignazio Marino, il neo Sindaco di Roma e il  Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti si attiveranno per l' emergenza Rifiuti di Roma Capitale che deve essere tenuta pulita.
Intanto, a Roma, la Raccolta Differenziata non decolla, come non si trova o non c' è volontà politica a trovarla, l' alternativa a Malagrotta in chiusura.
Ora il TAR ha dato pure lo stop al dirottamento,  al TMB di Colfelice, perchè non compito del Commissario Sottile ...e allora ?
Al Marino e allo Zingaretti non resta che lo sverzamento, a caro prezzo, in Abruzzo ed in Toscana se non addirittura all' estero, come fa «Giggino 'e Napule».
Da lunedì non vedremo più i Camion AMA transitare e spargere veleni sulle nostre strade ?
Teoricamente NO ....ma praticamente ?
A Roma ed alla Regione non ci sono i destrozzi  Alemanno e Polverini, ma i sinistrozzi Marino e Zingaretti ...ergo......TUTTO E' POSSIBILE PER LORO, FORSE....