31 mag 2014

LA BRUCELLOSI CONTAGIOSA

La brucellosi, colpisce diversi tipi di animali, fra cui mucche, pecore, capre, maiali, cani e da questi trasmissibile all' uomo e pare che, proprio per questa malattia virale,  la ASL abbia vietato la manifestazione di oggi «LA FATTORIA DIDATTICA».
ROCCASECCA- EX.CASA CANTONIERA ora proprietà ASTRAL

RUMORS ROCCASECCANI  DELLA PRO LOCO, MORMORANO : C é un focolaio di brucellosi, quindi non ci e consentito di portare animali in piazza.....La ASL ha vietato la manifestazione «LA FATTORIA DIDATTICA».
Scusate, se Roccasecca non viene spazzata, se nei giardini abbandonati cresce la foresta, se addirittura i giardini di proprietà dell' ASTRAL- al  BIVIO, come segnalato ripetutamente al Comune, dal Presidente del  Comitato «Basta Eternit-Fibra Killer», sono un covo di serpi, zoccole, topi etc.etc- e poi ci si meraviglia della «brucellosi»
E' appena il caso di far presente che l' ASTRAL,  acronimo di Azienda Strade Lazio Spa, è la società della Regione Lazio preposta alla Progettazione, Realizzazione, Manutenzione, Gestione Amministrativa di circa 1.500 chilometri di Rete Viaria Regionale e quella del Bivio di Roccasecca è l' ex Casa Cantoniera, abbandonata e degradata.
Ecco i risulatti della  gestione del Governatore della Regiona  Lazio, Nicola Zingaretti (PD) ....
E IL SINDACO DI ROCCASECCA GIOVANNI GIORGIO (PD) GUARDA E TACE.

30 mag 2014

LA ASL VIETA «LA FATTORIA DIDATTICA»

Un laconico e sibillino comunicato della Pro Loco su facebook di quest' oggi, 30 maggio, annunciava che l' evento «Fattoria Didattica, previsto per domani 31/05/14, annullato, per ordinanza ASL.

L' annuncio della Pro Loco : «La “Fattoria Didattica", evento, già fissato per domani 31 maggio nella location della  Piazza  Mercato di Roccasecca Centro, è stato improvvisamente annullato, per importanti motivazioni di carattere sanitario.Ordinanza ASL  da rispettare in questi giorni a scopo precauzionale nel nostro territorio».
Rumors paesani giustificano l' Ordinanza ASL: C é un focolaio di brucellosi quindi nn ci e consentito di portare animali in piazza.....
E' saltato l' appuntamento, con la conoscenza degli animali da cortile e da stalla, la sollecitazione del palato con i numerosi stand gastronomici ricchi di prodotti tipici locali: dolci, miele, salumi e formaggi nostrani e la scoperta dell' allegra musica country del gruppo The Square Dance vi farà scoprire ed apprezzare la tradizionale musica country.
Una giornata diversa, all' insegna di qualcosa di bello, nuovo, utile, arricchente,  stuzzicante, è stata annullata improvvisamente....
Ma come mai nulla si è saputo dal Palazzo Boncompagni? Come al solito il Palazzo Intrasparente.



QUI PRO QUO

Il comunicato stampa dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», pubblicato dal quotidiano «L' Inchiesta» di oggi, 30.05.2014, è difforme dall' originale testo inviato
Un mero errore di comunicazione  per cui, L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», ha richiesto una errata corrige, cosa che avverrà domani, come promesso dalla corrispondente di Roccasecca.
Lo spiacevole «qui pro quo» di scambio di notizia, in cui è incorso il giornale, merita una precisazione.
I principi guida dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera» sono.- verità e trasparenza- e sono questi i principi architrave del comunicato stampa sul presunto diniego dell' Amministrazione Giorgio alle ripre del film "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO", nella location del Castello dei Conti D' Aquino,  all' Associazione Araldica Contado d'Aquino.
1- Solo ricerca della verità e nessuna entrata in rotta di collisione, almeno questa volta, con l' Amministrazione Giorgio.
2- Chiappini Danilo non è presidente dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», dovendosi ancora riunire l' Assemblea generale deliberativa delle nomine del direttivo.
3- Narrazione dei fatti e pubbliche scuse del Presidente dell' Associazione Araldica Contado di Aquino ai cittadini di Roccasecca.

Testo originale inviato alla stampa 
L' Amministrazione del Comune di Roccasecca, Patria di San Tommaso, avrebbe vietato le riprese del film  "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO", nella location del Castello dei Conti D' Aquino,  all' Associazione Araldica Contado d'Aquino.
«La Voce di Roccasecca Libera», appena dopo la presentazione del film in anteprima al Palazzo della Provincia di Frosinone, patrocinato, unitamente al comune di Aquino del film, prodotto e girato dall' Associazione aquinate, notata l' assenza del Comune di Roccasecca  a Frosinone  e soprattutto del  set cinematografico al Castello dei Conti D' aquino, pensava a male.
Un travisamento della Storia, in piena scienza e coscienza, degli aquinati:-
Ad una sottrazione, ad insaputa dell' Amministrazione Giorgio, della storia invidiabile dell' illustre domenicano, Tommaso D' aquino, Santo Filosofo e teologo nato a Roccasecca, Frosinone, 1225  e morto -Fossanova, Latina, 1274.
Ma, «La Voce di Roccasecca Libera», non ha incassato supinamente la non valorizzazione dell' inestimabile patrimonio culturale, storico e monumentale del Parco Archeologico dei Conti D' Aquino, con il film "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO" e riunitosi in assemblea ha delegato un membro del direttivo, a prendere contatti con l' Associazione Araldica Contado d' Aquino e chiedere lumi del perchè la location e le scene non sono state girate al Roccasecca, visto e considerato che il DOTTO, di cui al film è nato proprio al Castello dei Conti di Aquino di Roccasecca.
Per la TRASPARENZA che contraddistingue Forte, Chiappini e Rossini,ovvero, «La Voce di Roccasecca Libera», con questo comunicato stampa, rende edotta tutta la cittadinanza che l' Amministrazione Giorgio, non avrebbe dato l' autorizzazione ai cineasti aquinati di girare le scene clou del film "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO", al maniero del Monte Asprano.
Solo oggi, prove documentali, il Presidente della stessa associazione aquinate, Pier Paolo Forlini, ha chiarito ai cittadini di Roccasecca con contestuali scuse, che l' Amministrazione Giorgio, «concentrato di inettitudine, ottusaggine e, mi si passi il termine, sottocultura (cit. Antonio Abbate)», non ha risposto alle numerose istanze protocollate tra il 2012 e il 2013, dirette al Sindaco, all' assessore alla cultura e al Comando dei Vigili, dove si richiedeva l'autorizzazione per le riprese cinematografiche sulla vita di San Tommaso nella stessa città di Roccasecca.
Dopo un paio di telefonate, finalmente un incontro tra il Presidente A.A.C.A., la costumista ed un assessore di Roccasecca per definire le riprese, ma alla domanda dell'assessore: "dove facciamo nascere San Tommaso?".
La risposta del sottoscritto fu "Nella Contea di Aquino", (poichè all'epoca, come anche gli altri comuni odierni, anche il territorio di Roccasecca apparteneva ad Aquino). Da ciò, scaturì la risposta dell'assessore: "Se San Tommaso non nasce a Roccasecca, nessuno vi darà l'autorizzazione per le riprese".
Questi i fatti, documentati, tramite e-mail al membro dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», Anna Maria Rossini.
Una considerazione: Non è per caso strumentale la risposta dell' assessore e/o cela i veri motivi?
Il Maniero dei Conti D' aquino è in degrado ed in abbandono, e quel film  "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO"  poteva essere essere il punto di partenza per una bonifica ed una riqualificazione per attrarre turismo.

29 mag 2014

QUELLE STRANE CONDOGLIANZE DEL SINDACO GIORGIO

Non  vanno giù, all' ex Comandante PaoloVicini, le esternazioni del Sindaco Giorgio all' ultimo consiglio comunale, tanto che, ravvisando nella filippica, presunta diffamazione, danni gravi alla sua immagine ed alla privacy, produce esposto-denuncia alla Procura di Cassino.
Paolo Vicini

Ora sta alla Procura di Cassino, valutare se, quanto esposto da Paolo Vicini, corrisponda a verità e meritevole di giustizia.
Il dipendente comunale, in lutto per la perdita dell' amata suocera...proprio nel momento delle onoranze funebri, il Sindaco Giorgio, in pieno consiglio comunale esternava: «Volevo prendere la parola per le condoglianze a Paolo Vicini per la morte della suocera, ma invece devo far presente che la Polizia Municipale di Roccasecca con comportamenti e atteggiamenti scorretti, mi ha denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino, facendo indagini in borghese, scattando fotografie e rifiutandosi di fare servizio dopo una mia richiesta verbale durante la processione dell' anno scorso del Corpus Domini a Roccasecca Scalo, mentre Paolo Vicini mi ha denunciato perchè il bando per comandate della polizia muncipale era illegittimo.
La Procura mi ha riconosciuto parte lesa ed allora io ho nominato l' avvocato per costituirmi parte civile. Inoltre Paolo Vicini è stato pompato, caricato ed istigato esternamente da qualcuno a fare qualcosa nei miei riguardi.
Senza parole! Tutta questa requisitoria del Sindaco Giorgio adverso al Vicini in piena assise pubblica -consiglio comunale del 20 u.s. -con all' ordine del giorno «Bilancio Consuntivo 2013».
Giorgio Giovanni
Se ricorrono o meno  le accuse diffamatorie e la violazione della privacy come dall' esposto-denucia dell' ex Comandante, Paolo Vicini, e questa è materia giuridica, al vaglio della Procura di Cassino, sicuramente scarsa sensibilità del 1° cittadino nei confronti di un dipendente comunale, non rispettando il di lui lutto familare e poi, molta confusione, «pro domo sua», sui due fatti raccontati, peraltro sub iudice.
«La Voce di Roccasecca Libera», ancora una volta, deve, con rammarico, sottolineare, un comportamento anomalo del Sindaco Giovanni Giorgio, censurabile dal punto di vista umano, civile,  amministrativo ed etico.
In pieno consiglio comunale, una narrazione dei fatti personalizzata, in assenza dell' adverso  Vicini, dove gli «uditori» non possono intervenire, non è corretto punto.
Auspico che la Procura faccia chiarezza a breve e comunque all' ex Comandante Paolo Vicini, mobbizzato dal Sindaco Giorgio, va  tutta la nostra solidarietà.

EUROPA A TUTTA DESTRA, CON LA MARINE LE PEN IN TESTA

Per il momento, nel gruppo capitanato da Marine Le Pen, 5 magnifiche Nazioni, tra cui l' Italia, con Matteo Salvini (Lega Nord)

A Bruxelles,  Marine Le Pen ha lanciato la nuova “Alleanza europea della libertà.” La leader del Front National, primo partito francese alle elezioni con il 25% dei voti ha riunito e colloquiato, per formare un gruppo forte al Parlamento Europeo:- Matteo Salvini  (Lega Nord)- Italia, Geert Wilders  (Partito per la libertà -Pvv)- Olanda,Vlaams Belang (RP)- Belgio, Jörg Haider( Partito della libertà)- Austria
Ne mancano solo 2 per raggiungere il quorum  di 5 eurodeputati da 7 Paesi membri, per formare un gruppo.
Marine Le Pen ha escluso alleanze con ‘‘Jobbik’‘, il partito di estrema destra ungherese e con Alba Dorata.
Conferma il nuovo corso democratico del Front National-«dal basso verso l' alto»-, scrollandosi di dosso, il marchio infamante di fascista -xenofoba......lo capiranno gli Italici Kompagnucci ?
‘‘Avere un gruppo significa avere sovvenzioni consistenti, gli strumenti logistici ma anche e soprattutto poter ottenere la presidenza delle commissioni parlamentari e redigere rapporti. E chiaramente, pesare in un modo o nell’altro, sulla politica e sulla legislazione europea,”
Matteo Salvini:- «Un'altra Europa è possibile!....Meno immigrazione e finanza, più lavoro e speranza».
In grande «in bocca al lupo» alla Le Pen, Salvini, Geert Wilders, Vlaams Belang

28 mag 2014

IL PD BRINDA E ROCCASECCA CROLLA

Ma giorno verrà, presago il cor mel dice che il sacro Municipio e Giorgio e tutta la sua gente cadranno ( parafrasando Omero-Iliade).

«La Voce di Roccasecca Libera», non si lascia intimidire dalla vittoria dei «Piddozzi che deriva da Pippozzi», come  simpaticamente li ha appellati un amico.
La nostra battaglia all' amministrazione piddina, non si ferma certamente per la pirrica vittoria di Renzi, no PD, sia ben chiaro.
Anzi, ha dato più energia e alzeremo l' asticella alla denuncia delle malefatte Giorgiane.
Il Popolo di Roccasecca deve sapere di che pasta sono fatti questi dis-amministratori, furbi, sì che sono furbi, sono artisti della furbizia, la sola furbizia ha portato Roccasecca alla rovina ....forse un pò di scaltrezza li avrebbe un pochino nobilitati.
La struttura autolesionistica dei Roccaseccani ha, ancora una volta, dato modo ai Piddini locali, due per la verità, di stappare la bottiglia, mistificando, ancora una volta, la perdita di consenso dell' Amministrazione Giorgio.
Amministrano con furbizia, assai abili nell'agire per il proprio vantaggio, destreggiandosi tra le difficoltà, sfuggendo ai pericoli.
OMERO
Con «La Voce di Roccasecca Libera», c' è poco da scherzare, essa ha dato ampia dimostrazione che gli altarini che costruite con la furbiza li sa scoprire e li sa pure denunciare.
Basta, con sola furbizia, capace solo di sfruttare le debolezze o le ingenuità altrui, per trarne vantaggi ingiusti, perche la furbizia, è spesso la chiave di volta su cui si basa tutta l'esistenza di questi soggetti, per cui sono spesso inaffidabili, incoerenti, falsi,  ecc. proprio perchè non vivono un rapporto corretto con gli altri, non si fidano di nessuno, agiscono sempre in modo subdolo e scorretto quando possono, in tutto.
Irridere e insultare in pieno consiglio comunale chi sta all' opposizione è da furbetti ( l' assessore al bilancio Torriero  al consigliere Sacco:- « non interrompere il relatore del bilancio, studia, vieni a spiegare tu «la statella» e giù la risatina del furbetto, che si sente «un grande».
E il Sindaco Giorgio,  stesso consiglio comunale:- che lancia accuse subdole all' ex Comandnate dei VV.UU. Paolo Vicini che si lascerebbe manovrare (da chi?) , oltretutto il Vicini, assente per lutto ed alle onoranze funebri della suocera.
Poi, allo stesso consiglio, l' assessore al bilancio, Carmine Guerrino Torriero, ha annuciato un altro prossimo forte indebitamento con la Cassa Depositi e Prestiti di 1milione e omesso, vergognosamente di parlare dei DEBITI FUORI BILANCIO non riconosciuti.

Solo quattro di essi (ITALCOGIM-ACQUEDOTTI AURUNCI- IMPRESA GISMONDI SNC E ALTRO), sommati, fanno oltre 1milione, se riconosciuti, non ci sarebbe stabilità di bilancio e DISSESTO ECONOMICO-  FINANZIARIO
Il bilancio è fasullo e lo segnaleremo a chi di dovere....
«La Voce di Roccasecca Libera» dice basta agli amministratori furbi, e DICE BASTA A NUOVI INDEBITAMENTI CON LA CASSA DD E PP

27 mag 2014

70° ANNIVERSARIO della LIBERAZIONE...da chi?

L' Amministrazione Giorgio, anche per il 70° Anniversario della Liberazione di Roccasecca 25 maggio 2014, con svelamento di lapide ai caduti alla Piazza Unità D' Italia- Loc. Bivio-,  non ha agito in trasparenza, con il non rispetto della giornata di silenzio elettorale e senza delibera di giunta, con le opportune coperture. 

Con la delibera di giunta n 43 del 06.05.2014, avente ad oggetto: «Iniziative in occassione del 70° anniversario della liberazione della città di Roccasecca 25 maggio 1944 - 25 maggio 2014, con allegato  programma delle celebrazioni, redatto dall' assessore alla cultura, Alessandro Marcuccilli, il Sindaco Giorgio Giovanni e gli assessori all' unanimità, deliberavano di dare attuazione al programma delle iniziative inerenti la commemorazione della Liberazione della Città di Roccasecca e  contestualmente demandavano al Resp del 3° settore di predisporre l' impegno di spesa di € 2.300,00.
Il programma redatto dall' assessore Marcuccilli  ed approvato dalla giunta con la suddetta delibera n. 43/2014 prevedeva solo due giorni di celebrazioni 23- 24 maggio  ed escludente, quindi,  il giorno 25 maggio, giorno dell' Election Day.
Foto : Tommaso Marsella

Ma proprio il 25 maggio u.s., con una  cerimonia di grande valore simbolico, alla presenza del prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, del commissario straordinario della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi, del parroco della chiesa di S. Maria Assunta allo Scalo, mons. Giandomenico Valente, del sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi, del vicesindaco di Villa S. Lucia Tommaso Nardoianni, dei rappresentanti delle forze armate, dei carabinieri, delle associazioni combattentistiche e di volontariato, del mondo della scuola e di tanti cittadini.
il sindaco Giorgio (PD) ha  inaugurato, con svelamento,  il monumento che ricorda il sacrificio e le vittime, civili e militari, degli alleati come dei nazifascisti.
Non era il caso di rimandare tale cerimonia della domenica elettorale, oltretutto  non prevista dal  programma dell' assessore alla cultura Marcuccilli e non deliberato dalla Giunta ?
La parte dell' Amminstrazione Piddina di Roccasecca (sindaco e vicesindaco), le ha escogitate tutte e  proprio tutte,  per la campagna elettorale del candidato Ciociaro alle europee,  nella circoscrizione di centro, Francesco de Angelis, compreso il tour negli uffici del Comune per un saluto ai dipendenti (rumors paesani), ma con esito, putroppo negativo, non essendo stato eletto parlamentare europeo.
Comunque, sembrerebbe ravvisarsi, in questa manifestazione, non programmata, altra violazione di legge perpetrata dall' Amministrazione Giorgio ai danni dei cittadini di Roccasecca, come le passate  occupazioni  sistematiche  delle strutture pubbliche (biblioteca comunale e delegazione comunale)  per l' uso privato delle primarie del  Partito Democratico.
La presenza alla cerimonia del 25 maggio, giorno di elezioni, del Commissario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi e del prefetto  Emilia Zarrilli, presumibilmente, la cerimonia commemorativa del 70° anniversario si poteva tenere, ma loro lo sapevano che non era in programma e non era stata deliberata ?
Foto : Tommaso Marsella


PROGRAMMA 

VENERDI 23 MAGGIO
Ore 10.30 – Palestra Scuola Media “S.Tommaso”
“Scuola, libertà, cittadinanza” incontro con i ragazzi dell’IC Roccasecca.

Ore 18.00 – Sala San Tommaso
“Roccasecca città aperta”
Inaugurazione mostra fotografica

SABATO 24 MAGGIO
Ore 10.30 – San Vito Vecchio
Omaggio ai soldati Canadesi caduti nella battaglia del Melfa

Ore 18.00 – Sala oratorio parrocchia S.M. Assunta
“La liberazione di Roccasecca” 


Anche l' Italia ha il suo «secchione», come il giapponese, Sakiro Suzuki ?

 Primo giorno di scuola in una scuola americana.
SAGGEZZA ORIENTALE
La maestra presenta alla classe un nuovo compagno arrivato in USA da pochi giorni: Sakiro Suzuki (figlio di un alto dirigente della Sony).
Inizia la lezione e la maestra dice alla classe: «Adesso facciamo una prova di cultura. Vediamo se conoscete bene la storia americana. Chi disse: "Datemi la liberta o datemi la morte»? La classe tace, ma Suzuki alza la mano. «Davvero lo sai, Suzuki? Allora dillo tu ai tuoi compagni!»
«Fu Patrick Henry nel 1775 a Philadelphia!»
«Molto bene, bravo Suzuki!»
«E chi disse: Il governo è il popolo, il popolo non deve scomparire nel nulla ?»
Di nuovo Suzuki in piedi: «Abraham Lincoln nel 1863 a Washington!»
La maestra stupita allora si rivolge alla classe: «Ragazzi, vergognatevi, Suzuki è giapponese, è appena arrivato nel nostro paese e conosce meglio la nostra storia di voi che ci siete nati!»
Si sente una voce bassa bassa: «Vaffanculo a 'sti bastardi giapponesi»
«Chi l’ha detto?» chiede indispettita la maestra.
Suzuki alza la mano e senza attendere risponde: «Il generale Mac Arthur nel 1942 presso il Canale di Panama e Lee Iacocca nel 1982 alla riunione del Consiglio di Amministrazione della General Motors a Detroit.»
La classe ammutolisce, ma si sente una voce dal fondo dire: «Mi viene da vomitare!»
«Voglio sapere chi è stato a dire questo!» urla la maestra.
Suzuki risponde al volo: «George Bush Senior rivolgendosi al Primo ministro Giapponese Tanaka durante il pranzo in suo onore nella residenza imperiale a Tokyo nel 1991.»
Uno dei ragazzi allora si alza ed esclama scazzato: «Succhiamelo!»
«Adesso basta! Chi è stato a dire questo?» urla inviperita la maestra.
Suzuki risponde imperterrito: «Bill Clinton a Monica Lewinsky nel 1997, a Washington, nello studio ovale della Casa Bianca.»
Un altro ragazzo si alza e urla: «Suzuki del cazzo!»
«Valentino Rossi rivolgendosi a Ryo al Gran Premio del Sudafrica nel Febbraio 2005.»
La classe esplode in urla di isteria, la maestra sviene.
Si spalanca la porta ed entra il preside: «Cazzo, non ho mai visto un casino simile!»
«Silvio Berlusconi, luglio 2008, nella sua villa Certosa in Sardegna.»
Il preside prosegue gelido:
"Ora vi sistemo per le feste!"
"Mario Monti, novembre 2011 alla vigilia delle festività Natalizie, dopo l'incarico ricevuto dal Presidente della Repubblica....!

Via Alberto cane Blog / Via  gianc_s

26 mag 2014

IL PD DI ROCCASECCA HA PERSO

Nonostante i 1178 voti, il Partito di Renzi, a Roccasecca, deve registrare una clamorosa batosta inerente il candidato, Francesco De Angelis,  portato dal sindaco Giorgio e dalla parte della sua giunta piddina.
Francesco De Angelis
Solo miseri 517 su 1178 dopo che il  sindaco Giorgio e la sua giunta si erano spesi, e non poco, per De Angelis al Parlamento Europeo, ma il risultato delle urne roccaseccane e dei restanti comuni del Centro Italia  è stato chiaro ed inequivocabile: « FRANCESCO DE ANGELIS, FUORI DALL' EUROPA»
E' una inculatura pazzesca, essere non eletto,  quando il Partito Democratico  stravince con una storica altissima  percentuale (40,81%), non considerando,  poi,  il primo partito, quello degli «IGNAVI ASTENSIONISTI».
A Roccasecca, a nulla sono servite le manifestazioni acchiappavoti per Francesco De Angelis, gli inciuci piddini con L' unione Cinquecittà, Cosilam, l' occupazione sistematica delle strutture pubbliche ( biblioteca comunale e delegazione Comunale)  per le elezioni  private del partito PD, fascicolo aperto alla Procura della Repubblica con Sindaco ed altri indagati.
I Pentastellati, possono andare orgogliosi del loro risultato di 817 consensi, senza macchia e senza paura, senza promesse clientelari e senza padrini e senza padroni, animati dalla passione del vero cambiamento.
Devono solo andare a  testa alta per Roccasecca, metterci la faccia per  il paese, organizzarsi meglio per dare il proprio contributo serio e fattivo, improntato sull' onestà e sulla sincerità e sulla trasparenza.
Oggi, il solo dato elettorale certo ed inconfutabile è che il PD di Giorgio ha perso, non avendo raggiunto il risultato di portare De Angelis al Parlamento Europeo.
I 517voti del De Angelis sono la dimostrazione che Giorgio è in caduta libera.
Qui trovi chi passa alle elezioni europee

HANNO VINTO GLI ITALICI IGNAVI DANTESCHI

Disertando le urne, quel 50% hanno permesso la vittoria del PD, il partito delle tasse, della banche, dell' appecormento all' Europa della Merkel, partito clientelare, poltronistico, con il proprio bagagli di indagati e condannati per corruzione, concussione, peculato e malaffare, che hanno impoverito l' Italia

Risultati -Roccasecca-

Il credito personale di Matteo Renzi, supportato dalle grandi Lobby Finanziare Europee, cui il predetto deve sottostare, ha fatto sì che il PD facesse il «botto Europee».
L' Italia non è la Francia e gli Italiani non sono i Francesi che se ne impipano dell' Europa delle banche e dei banchieri, che sono orgogliosi della propria Nazione, Libera, Autonoma, Indipendente e lo hanno dimostrato dando credito a Marine Le Pen, incoronandola REGINA DI FRANCIA.
Comunque, bisogna prendere atto che Renzi ha vinto, il M5S deve meditare sulla deflessione e gli assenteisti fare «maea culpa» e non lamentarsi oltre.
Roccasecca ha rispecchiato la Nazione con PD primo partito, M5S secondo e FI terzo.
#Cambianoverso# l' Italia e Roccasecca ? sì, alla Gattopardesca maniera.....cambiare tutto, per non cambiare nulla.
«La Voce di Roccasecca Libera», fa notare sommessamente che da questa Europa non abbiamo avuto nulla se non il Fiscal Compact, il pareggio di bilancio, l' aiutino alle banche e la povertà per i cittadini-contribuenti e la macellazione delle piccole e medie imprese.
Cambierà qualcosa con questo plebiscito Renziano e con il semestre italiano a guida Renzi?
Cambierà qualcosa a Roccasecca? Arriverrano soldi al Comune? Quanti progetti sono stato capaci di farsi finanziare e saranno capaci di farsi finanziare in futuro, gli amministratori Piddini, capitanati dal Sindaco Giorgio (PD) ?
Renzi parla di speranza ......ma c' è un detto popolare roccaseccano: CHI DI SPERANZA VIVE, DISPERATO MUORE .

«La Voce di Roccasecca Libera». chiede una cosa sola
«TRASPARENZA DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI»

24 mag 2014

LA LOTTERIA DELLE POLTRONE

Cambiano i vertici all' Unione Cinquecittà e Roccasecca, da comune capofila,  sempre più ai margini dei piccoli Comuni di Colle San Magno, Aquino, Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia, grazie alla Giunta Giorgio.

L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», si recherà, prossimamente, a conferire con il neo presidente dell' Unione Cinquecittà, Libero Mazzaroppi, sindaco di Aquino, per avere chiarimenti sulla posizione del Comune di Roccasecca, penalizzato solo da quote associative sperequate rispetto agli altri comuni associati, senza avere NESSUN SERVIZIO.
Chiederà, un confronto democratico perchè l' Amministrazione Giorgio è intrasparente e non la racconta giusta e  tutta, la verità.
Il Sindaco Giovanni Giorgio che in pieno Consiglio Comunale ha accusato i colleghi dell' Unione di non avergli fatto capire nulla sulla spartizione delle poltrone, insomma che avete tramato alle sue spalle per accaparramento delle poltrone prestigiose.
Accuse gravissime che esigono chiarimenti forti e seri ai cittadini-contribuenti di Roccasecca.
Il neo Presidente Mazzaroppi, ha nominato suo vice il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio che si è riservato di riunire la giunta prima di accettare.
Per «La Voce di Roccasecca Libera», che il sindaco accetti o meno, ha poca rilevanza, quello che esigerà, dal Presidente Mazzaroppi, la seguente chiara rendicontazione:
Libero Mazzaroppi- sindaco di Aquino-

-L' UNIONE CINQUECITTA' CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013 ?
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA  ALL' UNIONE CINQUECITTA' ?
-CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L' ECOCENTRO?
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI  ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
- PERCHE' L' AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE,ALLA SOLA ROCCASECCA ?

23 mag 2014

IL FILM NON S' HA DA FARE

L' Amministrazione del Comune di Roccasecca, Patria di San Tommaso, ha vietato le riprese "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO", nella location del Castello dei Conti D' Aquino  all' Associazione Araldica Contado d'Aquino .....ecco come l' Amministrazione Giorgio, rilancia il Turismo!

 Guido Guidi (1867-1911), S. Tommaso D'Aquino - Busto al Pincio (Roma) - Foto Giovanni Dall'Orto, 29-marzo-2008.

Ricevo e pubblico il messaggio dell' Associazione Araldica Contado D' Aquino, rivolto a tutti i cittadini di Roccasecca 

Gentile Anna Maria Rossini
A chiarimento delle voci riguardandi l'esclusione della città di Roccasecca dal film "SAN TOMMASO D'AQUINO, IL DOTTO", il presidente dell'Associazione Araldica Contado d'Aquino, nonchè regista dello stesso film, Pier Paolo Forlini, pone in evidenza quanto segue:
1. il 13 marzo 2012, fu fatta richiesta scritta al sindaco del Comune di Roccasecca, datata 13 marzo 2013, con protocollo nr.2262, dove si richiedeva l'autorizzazione per le riprese cinematografiche sulla vita di San Tommaso nella stessa città di Roccasecca. A questa richiesta, non fu data alcuna risposta.
2. Seguì una seconda richiesta scritta, datata 22 aprile 2013, protocollata il 24.04.2013, con nr. 3569, indirizzata al sindaco del Comune di Roccasecca, all'Assessore alla Cultura e al Comandante dei VV.UU.. Nemmeno a questa richiesta fu data alcuna risposta. Si pensò quindi di telefonare al Comune per parlare personalemnte con un responsabile. Dopo un primo incontro tra il sottoscritto, la costumista e un assessore del Comune di Roccasecca, ci fu un secondo incontro per definire il giorno delle riprese; ma alla domanda dell'assessore: "dove facciamo nascere San Tommaso?".
La risposta del sottoscritto fu "Nella Contea di Aquino", (poichè all'epoca, come anche gli altri comuni odierni, anche il territorio di Roccasecca apparteneva ad Aquino). Da ciò, scaturì la risposta dell'assessore: "Se San Tommaso non nasce a Roccasecca, nessuno vi darà l'autorizzazione per le riprese".
Il presidente, a nome di tutta l'associazione, si scusa con tutti i cittadini di Roccasecca per questo equivoco, non dipeso da noi, poichè il nostro progetto era, ed è quello, anche nei nostri progetti futuri,  di coinvolgere anche Roccasecca.
Nell'attesa di un Suo riscontro, porgo distinti saluti. il presidente Pier Paolo Forlini
 

L' ALLEGRA GESTIONE BENEFIT AMBIENTALE DELLA MAD SRL

La discarica di Cerreto, da determinazione di ricognizione dei residui attivi n. 9 del 09.04.2014, del Resp. del  2° settore, dott. Marcello Lanni, non verserebbe 1milione e passa, al Comune di Roccasecca, anni 2008-2010-2011-2012-2013
MAD s.r.l.
«La Voce di Roccasecca Libera», esprime le proprie perplessità in merito a tale incresciosa situazione creditoria che oltretutto, al consiglio comunale, ha avuto un riscontro diverso da quanto determinato dal Resp. Economico, dott. Lanni nella ricognizione dei residui attivi, come detto dal 2008 al 2013 nei residui per oltre 1milione di euro.
Il  Consigliere Giuseppe Sacco, al Consiglio Comunale u.s., ha dato una versione diversa, circa i Residui Attivi riguardanti il «benefit ambientale» da quella sopradescritta.
A parte che il Consigliere Sacco ha preso in considerazione le sole annualità  2012-2013, rilevando un residuo del «benefi ambientale» accerato di € 700.000, contrariamente, continua, a quanto riferito dal responsabile del servizio ragioneria che in relatà ha accertato residui di soli 150.000,00. 
Ma da dove spuntano questi 150.000 residui riferiti dal Resp. Economico del 2° settore al consigliere Sacco, se, nella ricognizione dei Residui Attivi di cui alla det. n. 9/2014 pubblicata all' albo pretorio on-line il 23 aprile u.s.lo stesso responsabile dell' Ufficio ragioneria ha dato queste risultanze? 

Benefit Ambienate -residui attivi-
2008-  €  13.519,83  
2010 - €  82.065,69  
2011 - € 278.455,68  
2012 - € 435.000,00  
2013 - € 245.000,00 

«La Voce di Roccasecca Libera», a parte che cercherà di chiarire l' effettiva posizione creditoria della Mad srl in merito al benefit ambientale, ma andrà oltre nell' esigere che i cittadini di Roccasecca, penalizzati da questa insistenza nociva e pericolosa, per lo meno, vengano risarciti di più con l' esenzione dalla TARI, visto che l' Amministrazione non usa il «benefit ambientale» per risanare l' ambiente.

22 mag 2014

L' INSENSIBILITA' del POTERE

L' EX COMANDANTE VICINI AI FUNERALI DELLA SUOCERA E IL SINDACO GIORGIO A DISCETTARE SULLE DI LUI PRESUNTE IRRISPETTOSE E FUORVIANTI MANCHEVOLEZZE, PERALTRO SUB IUDICE
PAOLO VICINI
Il Consiglio Comunale di Roccasecca, vertente la discussione, sul bilancio consuntivo 2013, ha avuto un epilogo di basso profilo umano, sociale e politico, allorquando il Sindaco Giorgio ha preso la parola.
Il primo cittadino di Roccasecca, Giorgio Giovanni, apprestandosi a parlare all' aula gremita, come non mai,  e forse proprio questo, è stato preso da un raptus di oratoria vittimistica, quando, non si capisce per quale motivo, tira in ballo i vigili ed in particolare l' ex Comandante della municipale, Paolo Vicini, che proprio in quelle ore era in Chiesa all' onoranza funebre  della  mamma di sua moglie, sua suocera.
Il Sindaco Giorgio, con quell' arringa vittimistica, non si è reso neppure conto della brutta figura che stava facendo davanti ai cittadini di Roccasecca che erano presenti nell' aula consiliare, per sentir di «bilancio consuntivo 2013» e non di presunti torti subiti dal Sindaco, reclamati, e che oltretutto sono al vaglio della Magistratura.
Poca sensibilità e nessun rispetto per la famiglia del suo dipendente colpita da un atroce lutto, perdita della mamma.
Ha trasformato la Sala consiliare in un aula di tribunale personale, Lui Giudice, Lui parte Lesa, per gettare fango e condannare il Vicini,  senza uno straccio contraddittorio perchè l' imputato era ai funerali della suocera.

21 mag 2014

SEMBREREBBE UN BOTTO DA 400MILA EURO ?

I Cittadini di Roccasecca, a loro insaputa, dovrebbero scucire all' Impresa Gismondi Paolo snc dei F.lli Gismondi e C, vincitore della causa civile n 973/2018 contro il Comune di Roccasecca,  la somma di € 400mila.

Debito fuori bilancio non incluso nei residui 2013 .....perchè?
Se n'è discusso sommariamente al consiglio comunale di ieri.
La cosa scandalosa è che, per l' intrasparenza amministrativa, la sentenza del Tribunale di Cassino 857/ottobre 2013, che condannerebbe il Comune di Roccasecca a scucire 400mila euro, se non fosse stato per Antonio Colantonio, sicuramente non se ne sarebbe parlato
L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera» si è già  attivata per conoscere la VERITA',  tutta la VERTA', nientaltro che la VERITA', che divulgherà.

L' UNIONE FA LA FORZA

L' Associazione «La Voce» e «Roccasecca Libera», da qualche giorno, in sodalizio per il bene di Roccasecca, con un nuovo stile:- denuncinate, combattivo, propositivo ed incisivo, al servizio della comunità-.
Nasce, L' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», con l' invito caloroso a tutti i «Liberi e Forti», senza distinzione di età, di colore politico, di censo, a partecipare alla vita politica, sociale, culturale in attuazione dei principi-valori fondanti della democrazia:- partecipazione, trasparenza e solidarietà attraverso il confronto e la sana dialettica.
Non più cittadini che, con il democratico voto delegano, per poi subire passivamente, l' inefficacia  dei delegati al Governo di Roccasecca, ma cittadinanza attiva consapevole dei propri diritti e dei propri doveri, il cui    punto cardine ed imprescidibile è l' esigere - «LA  TRASPARENZA DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI».
Legiferata (DLgs 33/2013) proprio con lo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.
La trasparenza concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonchè dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.
Se Roccasecca è devastata, degradata, alla deriva socio-culturale-economica, è perchè manca il punto cardine che indentifica un' amministrazione virtuosa-«La Trasparenza».
All' Intrasparenza dell' Amministrazione Giorgio, che genera degrado ed abbandono, «La Voce di Roccasecca Libera», dice:- basta con il piangersi addosso e subire senza dignità fino a nuove elezioni che si terranno fra due anni -
I «Liberi e Forti» dell' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», Bernardo Forte, Danilo Chiappini ed  Anna Maria Rossini, lanciano un appello di responsabilità, all' impegno ed alla partecipazione per migliorare se stessi e Roccasecca.

IL COMUNE AFFOGA NEI DEBITI

Allarme rosso per il Comune di Roccasecca che si sta apprestando, dopo gli ultimi 2milioni ricevuti dalla Cassa DD e PP, a nuovo indebitamento..fino al 2100 (?) 

L' assessore al bilancio, Carmine Guerrino Torriero, ieri, al consiglio comunale riunito per approvare il bilancio consuntivo 2013,  ipse dixit:- «Il bilancio è ok, ma i debiti sono aumentati, per cui urge altra liquidità per coprirli, altro mutuo con la Cassa DD e PP».
«Prossimamente, si terrà un nuovo consiglio comunale per discutere ed approvare i debiti fuori bilancio, come quelli richiesti dal consigliere Colantonio, pre-discussione (impresa Gismondi Paolo snc dei F.lli Gismoni  e avvocati vari di 200mila euro, di cui alla richiesta di copertura della Resp. del 3° settore e denunciati dall' ex comandate Paolo Vicini)».
Scandalosa Amministrazione!... è prassi consolidata, i consiglieri di opposizione (Sacco e Colantonio), chiedono atti e sistematicamente viene risposto loro :-
«passa fra due giorni» , e dopo i due giorni, «ripassa, perchè non sono pronti»...insomma sono bravi a «menar il can per l' aia».
«La Voce di Roccasecca Libera», denuncia questo gravissimo e  reiterato  atteggiamento omissivo degli atti amministrativi, ai consiglieri, ma anche ai cittadini richiedenti».
E lancia un messaggio chiaro e forte:
-BASTA all' Intrasparenza degli atti amministrativi, come da DLsv 33/2013;
-BASTA a Bilanci non veritieri, con troppi residui attivi e passivi, come dice il Revisore dei Conti;
-BASTA con indebitamenti alla Cassa DD e PP per pagare avvocati, tecnici esterni, ditte varie e carrozzoni municipali.
«La Voce di Roccasecca Libera», consiglia:
-Investire su San Tommaso, con la riqualificazione del Parco Archeologico e le strutte annesse, come suggerito peraltro dal consigliere Abbate, sulle le Gole del Melfa etc , per attrarre turisti che portano soldi;
-Di rendere chiari e trasparenti, i finanziamenti che ha dalla Discarica di Cerreto, gestita dalla MAD srl e dalle altre attività produttive insistenti sul territorio.

20 mag 2014

PURA PAZZIA

Il Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, «Insalutato Hospite», dall' Unione Cinquecittà.......ma deve fare i conti con i cittadini che chiederanno: «TRASPARENZA» E «REFERENDUM»

Non si è capito bene se l' aumento della tariffa societaria, penalizzante il solo Comune di Roccasecca, sia stata una strategia, per far smuovere il dormiente Sindaco Giorgio ad una posizione più cooperante con l' Unione cinquecittà, visto che è il Comune Capofila che si è sempre defilato, oppure per indurre lo stesso ad una rottura.
Praticamente o «Ladri di Pisa» o «Furbastri». In ambedue i casi, a rimetterci saranno sempre i Cittadini di Roccasecca
«La Voce di Roccasecca Libera», sicuramente, non starà a guardare con le mani in mano, l' ennesimo atto scellerato dell' Amministrazione Giorgio e non si accontenterà certo, nè della marcia indietro dell' Unione in merito allo scandaloso aumento delle tariffe societarie di 40mila euro sul groppone dei roccaseccani e neppure che il Sindaco Giorgio esca dall' Unione «Insalutato Hospite».
Prima di tutto il Sindaco Giorgio deve chiarire quella famosa delibera dell' Unione  Cinquecittà  n. 5/2011con allegato POG, perchè  proprio per questo la Giunta Giorgio aveva aumentato la TARSU 2011 (dellibere di giunta 80/2011 e 131/2011).
Caro Sindaco Giorgio, prima del prossimo Consiglio Dell' Unione Cinquecittà,Lei  ha il dovere di rispondere a queste domande che i «Liberi e Forti"ti pongono:
-L' UNIONE CINQUECITTA' CHE SERVIZI HA DATO A ROCCASECCA NEGLI ANNI 2011-2012-2013 ?
-A QUANTO AMMONTANO, AD OGGI, LE DEBENZE DEL COMUNE DI ROCCASECCA ALL' UNIONE CINQUECITTA' ?
-INDIRE UN REFERENDUM, SE USCIRE O RIMANERE NELL' UNIONE 

E L' Unione Cinquecittà spieghi 
-CHE FINE HANNO FATTO LE QUOTE DI SPETTANZA DEL COMUNE DI ROCCASECCA, RELATIVE AL FINANZIAMENTO DEI 2.500.000 EURO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL 1.000.000 PER L' ECOCENTRO? 
-E QUEI KIT PRONTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DI  ROCCASECCA, CHE FINE HANNO FATTO?
- PERCHE' L' AUMENTO DA 1 A 5 DELLE QUOTE ASSOCIATIVE,ALLA SOLA ROCCASECCA ?
VAI SUL BLOG

19 mag 2014

SPARA AD ALTEZZA UOMO

L' ex comandante della Municipale di Roccasecca, Paolo Vicini, perde le staffe e non ci sta proprio a subire l' ennesimo «presunto» sopruso perpretato dall' attuale Comandante a mezzo servizio, ma a stipendio pieno, dott. Massimo Marra. 
MUNICIPIO DI ROCCASECCA
Che «casino», sto Palazzo Boncompagni dove l' intrasparenza regna sovrana, non solo negli atti ma anche nei fatti!
E, se qualcuno come l' ex comandante dei VV.UU, Paolo Vicini, cerca in tutti i modi ed in tutte le maniere di rendere un servigio doveroso, alla cittadinanza, come quello di portare alla luce i debiti fuori bilancio di ben 200mila euro, ecco che il superiore di struttura, Comandante Marra, lo deferisce alla 2^ commissione disciplinare del proTrequattrini, presidente Cosilam, ex revisore dei conti con il Vice Sindaco di Roccasecca, Carmine Guerrino Torriero,  per una punizione esemplare.
Occultare tutto, è l' ordine di scuderia amministrativa, della Giunta Giorgio,  per l' allegra gestione dei SOLDI PUBBLICI.
Qui stiamo proprio nel «paese delle banane», con un Sindaco che spende e spande i soldi dei contribuenti con nomine fondate su «intuitu paersone»:-
1- Un comandante, con un curriculum scarso, che non svolge la funzione di P.S. (pubblica sicurezza), perchè i Prefetti, Soldà e Zarrilli, non lo abilitano.
2- Una Commissione disciplinare per dirimere i contenziosi dei dipendenti, in costanza di una viva e vegeta commissione disciplinare deliberata nell' anno 2006 e mai revocata, di cui ne faceva pure  parte, l' ex Comandante Vicini Paolo, per cui, un ragionevole sospetto di mobbing ci sta tutto.
Ora,  si appura che l' ex Comandante Vicini ha esposto alla Procura  la sua narrazione di questo «PAESE  DELLE BANANE», denuncindo il Sindaco Giorgio e la sua Giunta.
I Cittadini restano solo basiti all' apprendimento di simili scandali e lasciano la Magistratura libera di indagare e decidere la giusta punizione a chi ha torto....
Ma una paio di  insistenti domanda se le pongono: «Come mai il Prefetto non rilascia la funzione di P.S. al Comandante della Municipale di Roccasecca, Massimo Marra?».... e perchè il Marra con funzione monca percepisce la retribuzione del ruolo D1 ...   I N T E R A?
E come mai se già esisteva una commissione disciplinare il Sindaco ha dato vita ad un' altra commissione disciplinare senza revocare la prima?

COMUNQUE SAPEVATELO!

Ogni riunione della commissione disciplinare presieduta dal dott. Trequattrini, costerà ai roccaseccani circa seicento euro.

QUANTE SEDUTE SERVIRANNO PER PUNIRE I VIGILI 


18 mag 2014

REVOCATO L' APPALTO ALLA SANGALLI

Con le stesse motivazioni che il Comitato «NO TARSU» aveva fatto presente anche nell' esposto, presentato alla Procura di Cassino, in un primo momento archiviato, poi in seguito agli arresti dei Sangalli, riaperto e tutt' ora al vaglio degli inquirenti. 
FROSINONE
Il Comune di Frosinone, ha revocato l' appalto alla Sangalli, dopo che il TAR di Latina gli aveva dato torto perchè, cosa che ha fatto dopo, doveva verificare bene che :- «  la gara sia stata alterata o che comunque sia stata svolta in un contesto opaco e non trasparente (come avvalorato dalla mancanza di altri partecipanti e dall' esiguità del ribasso offerto)».
A Roccasecca, come segnalato anche all' autorità giudiziaria, l' appalto per l' assegnazione del Servizio della Raccolta Differenziata Porta a Porta si è svolto in un contesto molto «FUMOSO» e, come minimo dopo gli arresti dei Sangalli, Il Sindaco, con il buonsenso del padre di famiglia doveva «fermare il tutto e se del caso -ANNULLARE TUTTI GLI ATTI E REVOCARE-.
Comunque il Presidente del Comitato «NO TARSU», dott.ssa Rossini Anna Maria e il dott. Bernardo Forte ed altri,  artefici del ricorso alla Procura, molto articolato sulla TRASPARENZA che non c' è stata, sono rincuorati dalla    notizia che il Comune di Frosinone ha annullato gli atti dell' aggiudicazione della gara d' appalto alla Sangallli -unica partecipante e ribasso minimo-
In fiduciosa attesa........

GARA DI APPALTO NEBBIOSA

GARA DI APPALTO NEBBIOSA molto, molto nebbiosa,  quella che si è tenuta al Comune di Roccasecca in data 8 gennaio u.s., per l' assegnazione della Raccolta Differenziata porta a porta, con unico partecipante aggiudicatario «Ditta San Galli».



Dopo anni di solo tartassamento TARSU ai cittadini di Roccasecca, con la promessa della Raccolta Differenziata, alla vigilia della sentenza del TAR di Latina relativa al ricorso presentato dal Comitato «No Tarsu», accelerata di  Giorgio Bis puzza di fuffa.
Dopo tanta «inerzia»,  a Giorgio Bis,  è venuta la" prescia" di  appaltare la raccolta differenziata porta a porta prima del 10 gennaio 2013.
Ma si sa che la la gatta presciolosa fa gattini ciechi .......o meglio il più incisivo motto roccaseccano: «chi fa lest caccosa c' ammesca».
Intanto, il Comitato «No Tarsu» è orgoglioso di tutte le battaglie contro l' iniqua tassazione di Giorgio Bis, e oggi si è tenuta l' udienza decisiva del TAR  e già in serata potrebbe essere resa pubblica  la Sentenza.
Ma ritornando alla Gara di Appalto Europea, nata con un RUP ( arch. Delli Colli) è proseguita a tambur battente con un altro RUP ( geom. Antonio Antonellis),  con atto e decisione cui non è stata data alcuna pubblicità.
L' anomalia di quest' ultimo RUP è che non ha seguito le procedure di rito di cui al ruolo ( esempio.... la nota di spostamento delle date della gara è a firma dell' arch. Recine ) e diversi scostamenti da quanto riportato sul bando e sul disciplinare di gara.
L' arch. Pietro Recine,  che non è il RUP, con nota del 24 dicembre 2012 posticipa al 04 gennaio 2013 alle ore 12:00 la consegna delle buste delle ditte partecipanti alla gara di appalto e chiaramente posticipa  anche la 1° riunione della Commissione aggiudicatrice, che avverrà in  data 08 gennaio 2013 alle ore 10:00 presso la sede del comune di Roccasecca.
E poi,  nel  bando e nel disciplinare di gara c' erano tante fasi da rispettare che da come appuriamo dai giornali, saltate o avvenute nelle secrete stanze.
Con quale atto e quando  è stata nominata la Commissione giudicatrice composta da Resp. del Servizio RUP, geom. Antonio Antonellis, dal membro interno e/o esterno  del Comune, Arch. Andrea Testa ),dal membro esterno, esperto in materia,   arch. Ezio Savo di Torrice, e un 4 componente, membro esterno esperto in materia.
Ma neppure la cronologicità delle diverse tre sedute  è stata rispettata visto che pare sia stato fatto tutto  in una seduta.
Comunque sul sito del Comune nulla è visibile e rintracciabile.
Da  bando e da  disciplinare di gara,  l' espletamento della Gara Europea per la Raccolta Differenziata andava svolta in tre sedute:
1^ seduta pubblica per il controllo  del plico e busta A (documentazione).-
2^ seduta  segreta  per l' offerta migliorativa busta B
3^ seduta pubblica per apertura busta C  ( ribasso  ).
Il pubblico era a conoscenza solo della prima seduta, quella notificata dall' Arch. Recine, ma delle altre due nulla è stato notificato on-line.
Si viene a conoscenza dal giornale di oggi che a Roccasecca  si differenzia e la Ditta è la San Galli che la fa a basso costo rispetto all' Unione Cinque Città.
La Ditta San Galli è stata l' unica che ha partecipato alla Gara di Appalto Europea del Comune di Roccasecca e  se l' è aggiudicata con  ribasso 1,75% , un pò pochino o no?

LE PERLE GIORGIANE: «LE BUCHE»

Il fiore all' occhiello dell' Amministrazione Giorgio, oltre allo sgarrupamento del Parco Archeologico del Monte Asprano, è laViabilità intesa in tutte le accezioni: transitabilità, praticabilità, etc.etc.
Le voragini,di Via Torretta

 Ancora è in fase di restyling, l' Associazione «La Voce di Roccasecca Libera», che, già nella serata di ieri 17.05.2014, è arrivato un primo «help» dalla Via Torretta.
E' questo il degrado? Sì.Oggi ce lo fotografa Via Torretta, ieri Via Volturno, Via Piave, Via Santa Maria Nuova, Via Aspide, per farla breve, la viabilità di Roccasecca è tutta buche pericolose, insidiose per gli automobisti e per i pedoni.
Questo degrado  è rappresentato, nella sua fisica e metafisica, dai fossi, dalle voragini, dai pozzi marroni (per il fango) o giallognoli (per le foglie imputridite che contengono) che specialmente nei giorni di pioggia fanno della Cittadina di San Tommaso, città porosa per eccellenza.

Buche dappertutto......proponiamo una mappatura delle buche da produrre all' Amministrazione Giorgio, affinchè provveda a tapparle,  per lo meno, per rendere meno pericolosa la viabilità di Roccaseccana.
Intanto, domani, sicuramente, «La voce di Roccasecca Libera», segnalerà alla Polizia Municipale la «Foiba» di Via Torretta. 

17 mag 2014

L' ARTE DEI SEGUACI GIORGIANI:- «DENIGRARE ED OFFENDERE»

Il Presidente del Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», Danilo Chiappini, dal quotidiano «L' Inchiesta» di oggi, 17.05.2014 ha reso noto il  risultato della pulizia della Scuola dell' Infanzia di Via lazio-Roccasecca Scalo-...Apriti cielo!

La foto dell' articolo riportata in un commmento sul social network facebook è risultata indigesta al «Potere» che come al solito non si è espresso direttamente rivendicando propri meriti, ma ha mandato avanti l' accolito Piddino Domenico Tedeschi che così commentava

Domenico Zedh Tedeschi......il merito non è di Danilo, era tutto programmato, trattandosi di proprietà privata, si sono dovute intraprendere altre procedure. Adesso leggiamo dai giornali la vittoria di Pirro. Il book fotografico non è servito a un cazzo, Le procedure erano state tutte attivate, siccome non si risponde puntualmente alle aggressioni e polemiche sterili, il fatto adesso passa come una vittoria del picchio. Nulla di nuovo in città. Si blatera e si fa solo propaganda. Il merito è tutto dell'Amministrazione Comunale.

E il  merito, secondo le risibili e  meno chiare argomentazioni del Tedeschi, sarebbe dell' amministrazione Giorgio che, a chiusura scuole, decespuglia, e non del Chiappini Presidente ambientalista, che ha segnalato ripetutamente per ben 3 volte ai vigili, che hanno fatto pure il sopralluogo, 4 articoli sul giornale ed altro.
Invece di esprime un plauso al cittadino che segnala, si interessa, sacrifica il tempo ed il denaro per sollecitare l' amministrazione dormiente, lo si denigra e lo si offende con termini che ogni onesto e sensibile cittadino che ci tiene al decoro della cittadina di San Tommaso, dovrebbe riservare a Giorgio & C.
Il presidente di «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», Danilo Chiappini con detto articolo    ha denunciato chiaramente che lo «sfalcio» davanti ed intorno alle strutture senbili frequentate dai bimbi (scuole), dovrebbe essere sistematico e rientrare nell' ordinaria amministrazione di pulizia ed il decoro, e se occorrono procedure particolari e lunghe, come citato dal commentatore difensore dell' amministrazione, beh, l' Ufficio LL. PP. si dovrebbe attivare a tempo debito e non a fine anno scolastico e dopo numerosi solleciti.
Nessuna campagna elettorale, solo un piccolo-grande successo di un cittadino che fa il pressing all' Amministrazione dormiente.
A proposito,  le 65 discariche abusive stanno ancora lì, non bonificate, e si allargano sempre più,  comprese quelle per cui il Sindaco ha emesso Ordinanza di bonifica ai proprietari e questi fanno gli gnorri.
Il sindaco dovrebbe, ex lege, anticipare la bonifica e rivalersi sui proprietari inadempienti.....speriamo che anche questo venga ascritto tra i meriti dell' Amministrazione dai seguaci Giorgiani

AMMINISTRAZIONE FUORI-LEGGE E FUORI DI TESTA

Amministrazione di «Regime». Questa è la rappresentazione inequivocabile del Sindaco Giorgio e della sua giunta, arrogante, intrasparente e irrispettosa della Legge. Con il Comandante Marra senza funzione di P.S., ed il Prefetto che non gliela dà e neppure impone al Sindaco Giorgio di revocargli l' incarico. Gatta ci cova!

I cittadini di Roccasecca si chiedono:- Come mai il Prefetto non concede al Marra ha Funzione di P.S. ? Se non gliel' ha concessa il precedente dott. Soldà e non gliel' ha concessa L' attuale dott.ssa Emilia Zarrilli, perchè?
Per la Trasparenza della P.A., visto che i soldi che intasca il dott. Marra sono soldi della collettività e non avendo lo stesso i requisi completi per ricoprire ed espletare la suddetta carica ed  il Comune in difficoltà economiche-finanziarie, come mai rimane «inchiodato» al Comando della Municipale? Quale potenza il Sindaco Giorgio!
Forse per mobbizzare i Vigili Storici, visto il fallimento della Task Force Tributi?  
Il vigili mobbizzati, la blogger querelata, le norme non rispettate e la Corte dei Conti ed il Prefetto e che tacciono su questa incresciona «mala amministrazione»:
Oppure si sono espressi con  qualche ammonizione a cui registi di Palazzo Boncompagni non hanno dato la pubblicità legale ?....
Ma i cittadini liberi ed onesti, non chinano la testa e si dichiarano non più disponibili a subire, e non per due anni, ma neppure per un minuto secondo questa Amministrazione Giorgio.

LA VOCE DI ROCCASECCA LIBERA  

16 mag 2014

«MALA TEMPORA CURRUNT» X IL SINDACO DI ROCCASECCA

GIOVANNI GIORGIO, 1° cittadino di Roccasecca,  prima viene bacchettato dalla Presidenza del Consiglio-Funzione Pubblica per «L' INTRASPARENZA DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI»,  poi, dalla Procura di Cassino con «L' ARCHIVIAZIONE» del suo esposto-denuncia contro AnnaMaria Blog.
GIORGIO GIOVANNI #FRANCESCO DE ANGELIS
Un Primo Cittadino che non si relaziona con la Comunità, che non interagisce con il tessuto sociale, che non è capace di intercettare i bisogni della collettività, che fa viaggiare il Comune «NELL' INTRASPARENZA», che alle denunce di MALA-AMMINISTRAZIONE DELLA BLOGGER, risponde con subdole querele addomesticate, peraltro fondate su falsi improperi, che immagine di sè, dà alla collettività?
Un soggetto, democraticamente eletto, che rifugge dalla dialettica politica, ma capace solo di subdoli, quanto sterili colpi bassi, non è degno di ricoprire il ruolo di Sindaco e poi ha dimostrato ampiamente di non essere capace di gestire la «Res Publica».
Così lo percepiscono ora i suoi concittadini, vista la caduta libera dello share di ascolti e dei fan, soprattutto del suo partito, il PD, alla vigilia delle elezioni per il Rinnovo del Parlamento Europeo, con il suo candidato Francesco De Angelis.
A Roccasecca, votare De Angelis, è come votare per Giorgio, e se il risultato delle urne del prossimo 25 maggio dovesse essere scarso per l' Eurodeupato Piddino, a Giorgio non resta altro che fare le valige ed abbandonare Palazzo Boncompagni.

15 mag 2014

IL SINDACO GIORGIO QUERELA LA BLOGGER ANNA MARIA ROSSINI

Il Pubblico Ministero, dott.ssa Armanini- ARCHIVIA- perchè le frasi indicate come diffamanti rientrano nell' ambito della critica politica che può anche essere molto aspra ed accesa.

Con profonda amarezza, sono venuta a conoscenza di essere stata iscritta nel Registro Generale Notizie Reato (R.G.N.R) n. 805/14, in seguito a denuncia-querela del Sindaco di Roccasecca, Giovanni Giorgio, ritenendosi offeso e diffamato dai post di AnnaMaria Rossini Blog sulla vexata quaestio «Raccolta differenziata porta a porta con la Sangalli Giancarlo  & C. SRL e non con l' Unione Cinquecittà», e solo per un semplice vaffa, detto de' core, papele, papele :-  «Sindaco Giorgio vaffanculo tu e tutti quelli che ti danno 100 euro richiesti dal dott. Munno».
insomma, per un semplice vaffa, il Sindaco Giorgio ricorre alla facile querela contro una onesta e libera sua concittadina, dalla critica politica aspra ed accesa (cit. dott.ssa Armanini), fondata, peraltro su fatti ed atti per il quali il Sindaco della querela facile, avrebbe dovuto prendere in seria considerazione le «PROPRIE DIMISSIONI E QUELLE DELLA SUA GIUNTA».
Per un VAFFA si è sentito colpito nella onorabilità e dal post «Clean City» e retro avrebbe ravvisato «infamia» ed «oltraggio».
Il rispetto dei cittadini, dove è finito? All' onorabilità della politica chi ci pensa? E poi, a chi sta a cuore la Trasparenza del Palazzo Boncompagni, il Sindaco aum aum gliene dice di peste e corna, e dai giornali : «Non presto il fianco ad Anna Maria Rossini che, come personaggio politico non conta niente ».
L' immagine del Sindaco di Roccasecca, Giovanni  Giorgio, con questa denuncia- querela n. 805/14, archiviata dalla Procura di Cassino,  ne esce, come minimo, semplicemente offuscata e sotto-dimensionata.
Un sindaco, che non ha il coraggio civile di colloquiare con i suoi concittadini, relazionarsi con la «Blogger» che lo affronta a viso aperto, ma Le spara, vigliaccamente, denunce-querele (ndr archiviate) con dispendio di denaro pubblico ad avvocati, suscita solo pena, pietà e compassione.
Che sia finita in archiviazione, era nella logica giuridica, sociale, umana e politica, visto che TUTTI I POST DI ANNAMARIA BLOG NON SONO OFFENSIVI E DIFFAMATORI.......SEMPLICE DIALETTICA POLITICA
Chi mi ripaga delle ambasce e delle angoscie suscitate dalla notizia? Chi mi ripaga delle spese della consultazione di un legale per le bugie del Sindaco Giorgio? 
ARCHIVIATA  

14 mag 2014

NON VUOL DIRE ESSERE DI VETRO, SE IL VETRO E' SPORCO O INCRINATO

Il sito web del Comune di Roccasecca si è arricchito del portale «Amministrazione Trasparente», ex Dlgs n. 33 del 14 marzo 2013-Presidenza del Consiglio dei Ministri -Dipartimento Funzione Pubblica-che ha appalesato lo scarno «curriculum vitae» del Resp. della Polizia Municipa, dott. Massimo Marra, a tutt' oggi, pare, senza funzione PS-del Prefetto, dott.ssa Emila  Zarrillo. 
http://www.studiok.it/trasparenza/roccasecca/

La segnalazione al Dipartimento Funzione Pubblica che ha inviato gli Ispettori, sottoscritta dal presidente del Comitato «NO TARSU», Anna Maria Rossini, Bernardo Forte, Danilo Chiappini ed altri, ha sortito questo risultato-al sito web del Comune di Roccasecca, oltre alle feste patronali ed alle mostre pittoriche è stata postata la pagina, «Amministrazione Trasparente», che raccoglie le informazioni di cui è prevista la pubblicazione, nello schema indicato dal decreto 33/2013 e comune a tutte le pubbliche amministrazioni.
Le direttive Ministeriali ci sono e sono state messe in bella mostra solo?
L' albo Pretorio on-line ancora parzialmente incompleto delle determine degli Uffici cardini:-Urbanistica e Lavori Pubblici,soprattutto Urbanistica,  cosa stanno aspettando i responsabili ? Altra segnalazione ?
Comunque hanno reso pubblico lo scarno  curriculum vitae del Resp. della Polizia Municipale, dott. Massimo Marra, con generalità anagrafiche, titolo di studio laurea, conoscenza della sola lingua italiana, nessuna altra esperienza lavorativa, patente B.
Ora, non per polemizzare, ma il resp. della Municipale, con questi requisiti che non soddisfano il «minimo sindacale» e privo della Funzione di Pubblica Sicurezza (P S),  art. 5 L.65/86 , che pare a tutt' oggi, anche il nuovo Prefetto, dott.ssa Emilia Zarrillo,  non abbia dato, è mai possibile che il sindaco Giorgio gli abbia rinnovato la prebenda gravante  sul groppone dei Roccaseccani con la retribuzione di D1?
In costanza di debiti fuori bilancio senza copertura ( circa 200mila euro) riguardanti parcelle agli avvocati chiamati alla difesa dell' Amministrazione, non sarebbe stato ragionevole non rinnovare il costoso  incarico al dott. Massimo Marra ?
Trasparenza,  vuol dire anche applicare le direttive Ministeriali .....se la casa comunale deve essere di vetro, che il vetro venga pulito e risanato !
TRASPARENZA ANCHE PUBBLICIZZARE IL COSTO DELLA PAGINA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE CURATA DALLO STUDIOK.IT DEL GRUPPO MAGGIOLI 

CIOCIARIA OGGI «NEWS»

Anche il quotidiano «Ciociaria»,  di oggi, 14 maggio 2014 dà ampio spazio alla notizia che gli Ispettori della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento Funzione Pubblica- hanno rilevato le gravi inottemperanze alla legge sulla TRASPARENZA, da parte dell' Amministrazione Giorgio di Roccasecca.
Il Ministero si è mosso, in seguito alla segnalazione del presidente del Comitato «NO TARSU», Anna Maria Rossini, Bernardo Forte, Danilo Chiappini ed altri


13 mag 2014

REVISIONISMO AQUINATE

«San Tommaso d' Aquino, il dotto», film presentato in anteprima alla Provincia di Frosinone, per gentile promozione del commissario provinciale Giuseppe Patrizi......ma l'Amministrazione di Roccasecca, come al solito, assente.....perchè ????
CASTELLO DEI CONTI D'AQUINO -ROCCASECCA- foto di TOMMASINO MARSELLA
La produzione del film è prettamente incentrata sulla promozione del Comune di Aquino, visto e considerato che nessuna troupe cinematografica è stata avvistata al Castello di San Tommaso, territorio di Roccasecca, come pure , alla casa natìa del Sommo Dottore Angelico, al parco archeologico dei Conti D' Aquino, alla chiesa medioevale di San Tommaso e della SS. Annunziata,  sempre territorio Castello-Roccasecca,  e allora, su cosa è basata questa lodevole iniziativa aquinate che  «va ad inserirsi nel quadro della attività di valorizzazione dell’inestimabile patrimonio culturale, storico e monumentale che la provincia di Frosinone deve porre in primo piano quale strumento di rilancio e di crescita (cit. commissario Patrizi)»?
Forse su un canovaccio aquinate di «Revisionismo Tomistico»?.....sicuramente. Aquino sa sfruttare al meglio l' immagine di essere associata al Santo e magari scovare qualche abitazione rurale per dire che San Tommaso è nato, cresciuto e «pasciuto» lì e non  in quel bellissimo maniero abbarbicato sul monte Asprano di Roccasecca, che l' incuria e l' abbandono dell' Amministrazione Giorgio sta  rendendo fatiscente, come la casa storica del Santo diventata, dicono i Rumors, deposito incontrollato di oggetti vari ( anche quadri del pittore Messina ).
Comunque, in attesa della proiezione nelle sale ufficiali per apprezzarne l' opera di alto spessore culturale.
La Storia del Sommo Dottore Angelico, visto dagli aquinati, che stanno sottraendo, ad insaputa dell' Amministrazione Giorgio, la storia invidiabile dell' illustre domenicano, Santo Filosofo e teologo nato a Roccasecca, Frosinone, 1225  e morto -Fossanova, Latina, 1274
Egli fu chiamato Dottore Angelico per la purità del cuore e per la sublimità dell’ingegno.

12 mag 2014

FIAT VOLUNTAS TUA......GIORGIO

Il sindaco Giorgio, ormai è assodato, riunisce il suo Esecutivo, solo per deliberare contributi alla Chiesa S.S. Annunziata e SS. Assunta ed incarichi agli avvocati per rappresentare e difendere Lui e/o il Comune.

«Roccasecca Libera», raccoglie le istanze dei cittadini-contribuenti che non ce la fanno più ad arrivare a fine mese, di quelli che lamentano l' erba che non viene tagliata, nei paraggi delle scuole ed addirittura alla Villa Comunale della «Piazza Longa» e le girano a chi di dovere, ma i governanti sono sordi a questo grido di dolore che da ogni parte di Roccasecca si leva, perchè  impegnati a trovare i soldi pubblici, per aiutare gli amici avvocati ed acclesiali,
Sono appena stati elargiti dal Comune di Roccasecca € 8mila richiesti da Mons. Giandomenico Valente, Parroco dello Scalo, per riaggiusti edilizi, che spunta un' altra richiesta di € 500,00 della Chiesa S.S. Annunziata, per festeggiamenti del Santo Patrono Pietro Martire, subito esaudita dalla giunta Giorgio, con atto n.41 del 30.04.2014.
Solo se la Giunta Giorgio, si fermasse qui, con le richieste ed elargizioni  ai parroci (ma non sarà), sul libro paga del Comune, figurerebbero 1.000 e rotti euro mensuali fissi per la Chiesa, caricati sul groppone dei cittadini-contribuenti, con tasse e gabelle varie.
Come, sul groppone dei Roccasecca sono le situazioni debitorie per le molteplici liti in corso, con foraggiamento degli avvocati di parte, ultimo incarico dato all' Avv. Antonella Ricci € 2.350,00, con atto GC n. 42 del 06.05.2014.
E la dolente nota della Resp. del 3° sett. con la quale segnalava parcelle di € 200mila prive di copertura finanziaria', destinate ad aumentare?
E la Giunta Giorgio si riunisce solo per deliberare  spese legali e donazioni alla Chiesa,  mentre il taglio dell' erba può aspettare.

10 mag 2014

BANCHI DI NEBBIA A ROCCASECCA.

LI SEGNALA PURE, «LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA», ispezionata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Funzione Pubblica che richiama l' Amministrazione Giorgio a fare CHIAREZZA sull' attività della P.A. attraverso l' albo pretorio on-line

Il Presidente del Comitato "NO TARSU" Anna Maria Rossini, Bernardo Forte, Danilo Chiappini ed Annamaria Matassa avevano segnalato ed il Dipartimento F.P. si è attivato......Grazie al quotidiano L' Inchiesta, per l' attenzione ai cittadini di Roccasecca
L'INCHIESTA DEL 09.05.2014
Inserisci il tuo indirizzo Email e sarai avvisato ogni volta che pubblicherò un nuovo post.
Inserisci il tuo indirizzo Email:

COLPODI SCENA! LEGGE ELETTORALE -ILLEGITTIMA-

La Legge elettorale, per la soglia di sbarramento del 4%, è stata rinviata alla Consulta, dal Tribunale di Venezia, in seguito all' esame del ricorso presentato dall' Avv. Felice Besostri.
TRIBUNALE DI VENEZIA
Alla vigilia della consultazione elettorale (ndr 25 maggio p.v.) per il rinnovo del Parlamento Europeo di Strasburgo, il giudice del Tribunale di Venezia, dott. Maurizio Gionfrida, ha rinviato alla Corte Costituzionale l'articolo 21 della legge 18/1979 (appunto quello che stabilisce la soglia del sistema elettorale delle Europee)  per valutare l'eventuale illegittimità rispetto alla Carta fondamentale italiana.
Scrive il giudice Gionfrida:- «La limitazione del diritto degli elettori appare confliggente con il diritto di voto personale, eguale, libero ed effettivo riconosciuto dagli artt. 1, 3, 48 della Costituzione della Repubblica»,  osserva infatti che la soglia di sbarramento ha senso in un sistema proporzionale per l'elezione di un parlamento nazionale, visto che evita un'eccessiva frammentazione dei partiti, sacrificando la rappresentanza sull'altare della governabilità.
Ma «il Parlamento europeo non ha il compito di eleggere o dare la fiducia ad alcun governo dell'Unione», scrive ed è per questo che la soglia è ritenuta «irrazionale» e «ingiustificata».
Il ricorrente, avv, Besostri, ha fiducia in un accoglimento della Consulta anche fondata sull' esito positivo della  Corte Costituzionale tedesca che ha dichiarato incostituzionale lo sbarramento al 3%, perché non legato a un principio di governabilità del paese:- "l'esito è certo anche per i precedenti del Tribunale Costituzionale Federale tedesco. Le norme costituzionali sul diritto di voto sono uguali nella Costituzione tedesca (art. 38 GG) e italiana (art. 48 Cost.) e la giurisprudenza costituzionale tedesca in materia elettorale è un riferimento anche per la Consulta, che ne ha fatto uso nella sentenza sul Porcellum.
Gli italiani sono ora più liberi di votare per le liste di gradimento, senza paura di sprecare il voto".

09 mag 2014

ASSASSINATO DAI BRIGATISTI KOMUNISTI

ALDO MORO un grande statista italiano democristiano, vittima del terrorismo rossoceralacca
Oggi, 9 maggio 2014 è  giornata del ricordo (triste, molto triste)  del ritrovamento del corpo senza vita  di uno dei "GRANDI" della Democrazia Cristiana, onorevole di nome e di fatto, Aldo Moro, Presidente del Partito, già Ministro degli Esteri e presidente del Consiglio.
Il suo corpo esanime trovato in un bagagliaio di una Renault  4  parcheggiata in via Caetani- Roma-, una traversa di Via delle Botteghe Oscure, Sede Storica del partito Comunista.
Erano gli anni di piombo e gli assasssini Brigatisti - Rossi presero di mira "LO STATO" e scelsero il più nobile, il più sincero, il più onesto, il più intelligente e il modo più vigliacco
il Sequestro,  per mettere sotto scacco "L' ITALIA" con il Ricatto, e Senteza di Morte a 15 giorni dalla strage della sua scorta .
Sparando con armi automatiche, i terroristi uccisero i due carabinieri a bordo dell'auto di Moro (Oreste Leonardi e Domenico Ricci), i tre poliziotti che viaggiavano sull'auto di scorta (Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi).
Onorevole  Moro...Tu ed i tuoi ragazzi, vittime sacrificali della barbarie Komunista, sarete  sempre nei nostri cuori di Democristiani ed Italiani perchè avete insegnato e testimoniato che L' ITALIA e LE ISTITUZIONI vanno difese anche con la VITA.